Coppa Italia Eccellenza: semifinali ancora in bilico. Risultati e curiosità

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

1254267
Sarà un ritorno al cardiopalma, quello delle due semifinali di Coppa Italia Eccellenza in programma per la prossima settimana. Le due gare di andata, che hanno visto la Sanremese opposta al Fabriano Cerreto e il Cassino opposto al Mazara, sono infatti entrambe terminate con il risultato di parità, rimandando il discorso qualificazione al 6 aprile.

Nella prima partita, disputata la settimana scorsa nelle Marche tra il Fabriano e la Sanremese, i liguri si sono fatti riacciuffare all’89esimo dal gol di Moretti, dopo esser passati in vantaggio nella prima frazione con Sinisi. Per i matuziani si partirà quindi con il leggero vantaggio dovuto al punteggio, che costringerà i dirimpettai a cercare la via del gol. La Sanremese manca dalla Serie D da ormai otto anni, correva la stagione 2007/2008, infatti, quando i biancazzurri persero i playout con il Casale e, dopo esser retrocessi l’anno precedente dalla C2, conobbero il baratro dell’inattività, per poi ripartire dalla Seconda Categoria e scalare lentamente i gradini del calcio dilettantistico italiano.

Leggi anche:  Milan, Maldini: "L'Europa League è uno dei nostri obiettivi"

Dall’altra parte si affrontano invece Mazara e Cassino, che hanno terminato sul 3-3 l’incredibile partita disputata ieri in terra sicula. Non è bastato ai laziali il triplice vantaggio maturato nella prima ripresa, i padroni di casa sono stati capaci di riacciuffare gli avversari, tenendo miracolosamente in piedi il discorso qualificazione. Tutto si deciderà allo stadio Salveti la prossima settimana. I gialloblu mancano dalla Serie D da ormai ben sedici anni, mentre il biancoblu dopo alcune stagioni passate in Lega Pro, sono ripartiti dal basso e ora hanno la grande occasione di approdare in una finale che, in caso di vittoria, darebbe nuova linfa vitale al club.

Va infatti ricordato che un successo nella Coppa Italia Eccellenza equivale alla promozione diretta in Serie D, senza dover passare per gli eventuali playoff del campionato. Un obiettivo importante, che sono arrivate a contendersi società storiche e blasonate del calcio minore italiano. Meno conosciuto è sicuramente il Fabriano Cerreto, club fondato nel 1924 che può comunque vantare un passato in Serie D negli anni sessanta e che, da outsider della griglia finale, si presenta comunque con ottime credenziali per arrivare fino in fondo. La Finale dovrebbe svolgersi allo stadio Due Strade di Firenze, il prossimo 13 aprile.

  •   
  •  
  •  
  •