Donnarumma: breve carriera di un predestinato

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

Ac Milan's goalkeeper Gianluigi Donnarumma jumps for the ball during the Italian Serie A soccer match between AC Milan and Chievo Verona at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 28 october 2015. ANSA / MATTEO BAZZI
Dopo aver scalzato nel corso della stagione rossonera portieri del calibro di Christian Abbiati e Diego Lopez, Gianluigi Donnarumma ha tolto anche il posto da titolare nella Nazionale Under 21 ad Alessio Cragno, portiere della Virtus Lanciano. Il nativo di Castellammare di Stabia ha esordito pochi giorni fa con gli azzurrini in una gara fondamentale per la qualificazione agli europei Under 21, ma c’è già chi lo vorrebbe agli Europei della Nazionale Maggiore. Sicuramente un sogno destinato a rimanere tale visti i vari pretendenti, ma sarebbe l’occasione giusta per portare a casa anche un altro record, quello di più giovane portiere in assoluto ad aver indossato la maglia della Nazionale Maggiore. Primato che, ad oggi, appartiene ancora a Piero Campelli.  Questo record resiste addirittura dal 29 giugno 1912 ai giochi olimpici di Stoccolma (Finlandia-Italia 3-2), data in cui l’estremo difensore all’epoca dell’Inter aveva solo 18 anni e 6 mesi.

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Non cambierò modulo"

Donnarumma, intanto, a 17 anni e 28 giorni è già diventato l’Under 21 più giovane ad esordire con la nazionale dei più giovani. Un altro record per il portiere del Milan, che pare non subire le continue pressioni che riceve ogni giorno dagli addetti ai lavori. In serie A, statistiche alla mano, è pur vero che sia il 15° portiere che subisce meno tiri in porta, ma sono diverse le parate miracolose che hanno permesso a Gigio di tenere inviolata la porta rossonera.

Dopo esser diventato il portiere titolare di una squadra blasonata come il Milan, adesso Gigio pare non fermarsi più. Gli occhi addosso dei top club europei non mancano, ma lui ha già dichiarato amore eterno alla sua squadra del cuore. Galliani, Berlusconi e Mihajlovic stravedono per Gigio, così come i tifosi e i compagni di squadra, che vedono in lui, una sicurezza e uno dei punti di forza per tornare ad essere grandi, seppur stiamo parlando di un neo diciassettenne. Gigio sarebbe un sotto età anche con la Primavera, ma a lui questo pare non scalfirlo e anzi, punta sempre più in alto senza montarsi la testa.

Leggi anche:  Probabili formazioni Fiorentina Genoa: ecco le scelte di Prandelli e Maran

La verità è che quando si mescolano fortuna e talento, il risultato è garantito. Le qualità di Donnarumma fanno pensare che sia un predestinato, però è chiaro che l’infortunio di Diego Lopez abbia agevolato il giovane portiere. A suon di parate però ha poi saputo dimostrare le sue doti di portiere, oltre che di giovane adulto. Se continua così probabilmente ne sentiremo parlare ancora per molto. L’Italia e il Milan se lo augurano di certo.

  •   
  •  
  •  
  •