Eva Carneiro contro Mourinho: “Pretendo le sue scuse pubbliche”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

2B54DAC400000578-3196584-Mourinho_looks_on_as_Chelsea_managed_to_hang_on_and_draw_2_2_wit-m-11_1439474541465

Eva Carneiro passa al contrattacco e detta le condizioni a Josè Mourinho. L’ex dottoressa del Chelsea pretende che Josè Mourinho le chieda pubblicamente scusa, altrimenti l’azione legale andrà avanti presso il tribunale del lavoro. La singolare richiesta è stata comunicata dai legali della Carneiro ai rappresentanti del Chelsea durante un’udienza privata, alla quale Mourinho ha deciso di non partecipare. Le parti stanno cercando un punto d’incontro e se è possibile trovare un compromesso economico per evitare il protrarsi della causa. La vicenda sta destando molto scalpore in Gran Bretagna, con i tabloid che si sono letteralmente scatenati in questi giorni. La bella dottoressa contro lo Special One: non c’è che dire, proprio un titolo che promette scintille.

Oggi intanto ha parlato l’avvocato di Eva Carneiro. Il legale è apparso piuttosto scettico riguardo ad un ricomporsi pacifico della vicenda: “ Cosa volete che vi dica.. Le due parti al momento sono troppo distanti economicamente. Credo proprio che la vicenda andrà avanti per un bel po’. Di certo pretendiamo le scuse di Mourinho, poi saremmo anche disposti a fare un passo indietro”.

Ricordiamo per sommi capi, la vicenda tra Mourinho e Eva Carneiro: ad agosto, dopo il match contro lo Swansea,  Eva Carneiro, medico sociale del Chelsea, aveva avuto una forte discussione con Mourinho. Il tecnico portoghese era arrabbiato con lei in quanto, a suo dire, aveva ritardato la ripresa del gioco perchè stava soccorrendo Eden Hazard. Per questo motivo, secondo l’accusa, la Carneiro era stata dapprima demansionata e poi messa ai margini della società, fino al licenziamento. Ora il tentativo di conciliazione, con i legali della dottoressa Carneiro che hanno dettato le condizioni a Mourinho. I legali del mister portoghese e del Chelsea stanno studiando ora le contromosse. Ma le cose risultano ben chiare: o le scuse pubbliche, oppure il 6 giugno la Carneiro  citerà in giudizio il Chelsea e chiamerà a testimoniare Mourinho, assieme ad altri rappresentanti della società.

Leggi anche:  Inter, Conte: "Non ci sono alternative, dobbiamo vincere"

Mourinho, in questi mesi, non è voluto più tornare sulla vicenda, mostrando ampiamente il suo fastidio ogni volta che qualche giornalista gli sottoponeva la questione. Ma la Carneiro fa sul serio. Si abbasserà, il fiero Mourinho,  fino a chiederle scusa pubblicamente? Tra pochi giorni sapremo.

  •   
  •  
  •  
  •