Evra, furia Juve: “Bayern, ti faremo molto male..”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

1715646-36311304-2560-1440

Per Patrice Evra la sfida contro il Bayern Monaco non è mai una partita come tutte le altre. Evra, che è stato otto stagioni e mezzo in Premier  League con la maglia del Manchester United con il quale ha vinto una Champions League, lancia la sfida al Bayern. Come se ciò non bastasse, Evra ha già segnato un gol all’Allianz Arena agli avversari di mercoledì sera.

Un gran tiro per una rete bellissima quanto, però, inutile. Ora Evra vuole vendicarsi, perchè a lui brucia ancora la doppia eliminazione contro il Bayern Monaco negli anni in cui giocava con lo United: è successo sia nel 2010 sia nel 2014. Ma ora Evra gioca nella Juve e allora tutto è possibile.

Sentitelo, Evra, determinato come non mai: “Credo che la gara di andata prima di tutto sia servita a far capire a noi stessi che possiamo far davvero molto male al Bayern. I primi venti minuti siamo stati troppo timorosi: se in campo ci saranno compagni che credono di poter vicnere anche per 0-1, allora vinciamo. Ma se chi gioca pensa che finirà 5-0, allora sarà tutto più difficile. È una questione psicologica, perché noi adesso sappiamo che anche il Bayern è battibile. Non è supponenza, rispettiamo gli avversari ma non dimentichiamo che noi l’anno scorso siamo arrivati in finale di Champions. Siamo noi la squadra da battere. Tutti pensano che la Juventus sia spacciata dopodomani a Monaco, ma noi ci crediamo, perchè se non fosse così, chiederei subito ad Allegri di mettermi in panchina mercoledì”.

Parole chiare, da leader vero. Anzi, da campione esperto che conosce il modo in cui preparare le grandi sfide. Evra è già pronto per la partita contro il Bayern. La Juve va a Monaco con un carico di speranze. Tutti si aspettano una grande prestazione da Pogba, Dybala, Buffon. Ma anche i giocatori che meno t’aspetti, potrebbero poi fare la differenza.

E Patrice Evra è uno di questi. Serio, professionale, esperto. Mai una parola fuori posto, mai un comportamento sbagliato. E un rendimento sempre costante e positivo. Su quella fascia Evra è una certezza. La sfida al Bayern l’ha lanciata lui. E’ una Juve che non ha paura di nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •