Gemellaggio Salernitana-Bari: il VIDEO delle spettacolari coreografie

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

Bariesalero
Spettacolo. Basterebbe semplicemente questo termine per descrivere quello che è andato in scena sugli spalti dello stadio Arechi ieri sera, dove il Bari ha battuto la Salernitana con un rocambolesco 4-3. Da una settimana erano annunciati grandi festeggiamenti per onorare lo storico gemellaggio tra le due tifoserie, con la Curva Sud che aveva allestito una maestosa coreografia per l’occasione.

Una feste iniziata dalla mattinata, quando orde di pullman, transit e auto biancorosse hanno raggiunto la città campana, assediandola pacificamente e mischiando i propri colori con quelli locali. Bar e ristoranti presi d’assalto e un festoso rumore che si è impossessato del centro storico e del lungomare. Ma il vero spettacolo si è consumato all’interno dello stadio, con gli ultras salernitani che hanno dato vita a una scenografia mozzafiato, che ritraeva gli stemmi delle due squadre con i ragazzi delle curve che si incontravano nella parte inferiore per coordinare assieme il tifo. Un qualcosa di grandioso se si considera il buio costante in cui ormai brancola il nostro calcio a livello di pubblico, stritolato da politiche indecenti e forti limitazioni della libertà personale.

È bastato, per una volta, aprire gli altri settori alla tifoseria ospite, seppure con il vincolo della tessera del tifoso, per avere ben cinquemila supporter biancorossi a presenziare festosamente. E degna della giornata è stata la coreografia dei tifosi ospiti che, dopo aver assistito a quella dei colleghi campani, hanno letteralmente acceso il settore con fumogeni bianchi, rossi e granata, dando vita a uno spettacolo ingiustificatamente condannato di solito, fortunatamente applaudito in questa occasione.

In campo le due squadre hanno risposto con sette gol e tante emozioni. Alla fine è stato il Bari ad avere la meglio, per 4-3. Una sconfitta pesantissima per i padroni di casa, sempre più terz’ultimi, che è valsa la contestazione al patron Claudio Lotito mentre il Bari ha conquistato il terzo posto solidario consolidando ampiamente le proprie velleità di lotta per i playoff. La giornata si è chiusa con canti e bevute che sono andati avanti per l’intera nottata nel cuore della città. A suggellare un gemellaggio sempre più forte e sentito dalle due tifoserie. 

  •   
  •  
  •  
  •