Genoa Empoli, Gasperini: “Sfruttare la prestazione di Pandev ed essere più prolifici”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

goran-pandev-genoa_13feigf2giuc41h0cur2gqmv9c

Gioco, grinta, e determinazione. Genoa Empoli ha visto in campo un Grifone migliore in campo capace di dominare i toscani quasi per tutta la partita, salvo la grossa occasione avuta dalla squadra di Giampaolo di pareggiare con il palo colpito da Mchedlidze ed il salvataggio quasi sulla linea di Ansaldi su tiro di Zielinski. Genoa Empoli ha visto anche una Gradinata Nord unita capace di trascinare la squadra per tutta la durata della partita. Ma Genoa Empoli ha visto un Pandev sopra gli scudi, capace di giocare una buona partita, la migliore in maglia rossoblù dopo quasi tre mesi di panchina a causa delle prestazioni non convincenti nel girone di andata. Gasperini, al termine di Genoa Empoli, in sala stampa ha analizzato la gara vinta contro i toscani partendo proprio dalla prestazione di Pandev: “Sono contento per Goran, ma faccio però fatica a fare una classifica dei migliori in campo in questa partita. Oggi bravi tutti, ma sono contento per Pandev  che ha passato mesi difficili. Questa prestazione riempie di soddisfazione e serve per prendere slancio per fare bene. Noi abbiamo spesso dei giocatori reduci da stagioni non fortunate, poi subentra una abitudine a giocare in quel modo e non riuscire, poi di colpo non riesci, ma poi trovi la forza e la condizione per tornare a rompere andamento negativo e tirare fuori prestazioni come queste. A lui è mancato qualche gol all’inizio, ma adesso tutto viene accantonato e queste partite servono da slancio”.
Gasperini ha poi parlato della classifica: “Le vittorie del Frosinone tengono in gare tutte quante, forse è bello e giusto così, oggi abbiamo superato Atalanta ed Udinese, ripreso la Sampdoria, ora abbiamo qualche squadra sopra, è sempre la solita storia di 15 giorni fa,  dobbiamo dare continuità per togliersi dal fondo. La media salvezza cosi è più alta, ma se noi facciamo punti gli altri possono fare quello che vogliono”.
La scelta di tenere Cerci in panchina nel primo tempo ha fatto forse un po’ discutere tutti alla lettura delle formazioni, ma l’idea di giocarsi la carta dell’ex Torino nella ripresa è stata determinante per il risultato finale: “La mia è stata una scelta tecnica, sono partito con Suso sapendo che ha caratteristiche da quella parte, cosi come Cerci, i due giocatori hanno caratteristiche diverse. Sono importanti part-time, ma in altre gare può essere diversamente”.
Il mister del Genoa è poi ritornato sulla sconfitta contro il Chievo e ha parlato del futuro: “Lo spirito la squadra l’ha sempre dimostrato ed in rarissime occasioni non l’ha dimostrato come a Verona. Oggi la squadra ha proposto gioco ed intensità, le sue qualità, ma anche i suoi difetti perche non chiudiamo le partite. Poi siamo stati fortunati con palo e salvataggio sulla linea nell’unica occasione degli avversari. Adesso abbiamo un’identità precisa, come contro l’Udinese, ma direi di più oggi. Dobbiamo continuare a lavorare cosi, oggi non era facile perchè l’Empoli è bravo nel palleggio in mezzo al campo, noi gli abbiamo tolto questo. Ci manca però un pò di prolificità in più per fare meglio, ma a gennaio abbiamo cambiato l’attacco ed il rodaggio è utile. Poi recupereremo Pavoletti per fare un bel finale”.
A proposito del recupero della punta livornese nel breve periodo Gasperini ha escluso questa ipotesi: “Pavoletti non penso sia pronto contro il Torino. Ora dobbiamo sfruttare la prestazione di Pandev e continuare con Suso, Cerci e Matavz. Io non scarto nessuno, la dimostrazione è stato Pandev. Occorre avere pazienza quando arrivano giocatori nuovi, Matavz ha fatto bene contro l’Udinese e meno bene a Verona”.
Infine Gasperini ha elogiato il pubblico del Ferraris che come riportato prima ha trascinato la squadra alla vittoria finale: “Il pubblico oggi ha sostenuto e capito il momento decisivo, la squadra ha risposto bene. Oggi siamo tutti più sereni e tranquilli per l’immediato futuro. Oggi è un bel passo ma non è decisivo, questo ci migliora la classifica però restano sempre 5 punti di vantaggio, avremo altri sconti diretti. Ora dobbiamo dare la continuità per non fare una domenica in un modo ed una in un altro”.

https://youtu.be/Oc4L5JWy3WE

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, Napoli-Milan: tamponi negativi per gli azzurri