Germania Italia, Conte: “Non avremo paura”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

conte
Germani Italia sarà l’ultimo test-match dell’Italia di Antonio Conte in vista dei prossimi europei in Francia, e di fronte gli azzurri si ritroveranno i campioni del mondo in carica: “Abbiamo il massimo rispetto per la Germania, ma domani l’Italia cercherà di giocare la sua partita senza avere paura. La sconfitta dei tedeschi contro l’Inghilterra non ci favorisce, perchè troveremo una squadra in cerca di riscatto determinata e concentrata. Ma non sarà un problema, perchè abbiamo deciso di affrontare nazionali di un livello superiore per testare il nostro livello e metterci alla prova, così potremo capire se possiamo contare anche sui giovani che non hanno esperienza“.
Questa sarà l’ultima partita a disposizione per Antonio Conte per fare degli esperimenti in vista dei prossimi europei: “Domani giocherà il tridente Zaza-Bernardeschi-Insigne: domani cercherò conferme da loro visto che hanno fatto bene nel secondo tempo contro la Spagna, e tra un mese e mezzo dovrò stilare la lista definitiva per Euro 2016. Quella contro la Germania sarà l’ultima partita a disposizione per fare alcune valutazioni, e sarà importante vedere che risposta daranno i giovani che non hanno esperienza.
A proposito delle novità  arrivate in occasione delle due amichevoli pasquali il c.t. non ha avuto dubbi sulle scelte da fare: “Il campionato parla chiaro, e le mie scelte sono ponderate in base a quello che vedo fare in Serie A. Lo dimostrano ad esempio le scelte di Jorginho Bernardeschi, non sono stati chiamati perchè eravamo in emergenza in questo periodo“.
E sulla rosa dei 23 che parteciperanno alla rassegna francese Conte sembra avere le idee chiare, anche se c’è ancora qualche dubbio da sciogliere: “La rosa dei calciatori che verranno convocati è già impressa nella mia mente. Ad oggi ci sono solo alcuni posti liberi che aspettano di essere assegnati, ma ho le idee abbastanza chiare su chi chiamare”.
Infine Conte ha risposto alle domande sul suo futuro, che lo vedrà di sicuro lontano dalla panchina azzurra e sempre più vicino a quella del Chelsea: “Il mio futuro non prescinde dal risultato finale degli europei. La mia scelta di non continuare più sulla panchina della Nazionale è una scelta personale, dipende dalla voglia di voler allenare tutti i giorni della settimana“.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Sassuolo Inter: i dubbi di Conte
  •   
  •  
  •  
  •