Guai per il Milan: Barbara Berlusconi cerca l’accordo con l’Uefa

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

barbara berlusconi
I guai per il Milan non sono solo sul campo, dove dopo un avvio disastroso è tornato a volare, ma anche finanziari, e per questo Barbara Berlusconi è volata a Nyon, quartiere generale dell’Uefa per vedere come risanare una situazione finanziaria alquanto disastrosa che potrebbe pregiudicare la partecipazione dei rossoneri alle competizioni europee il prossimo anno.

Il buco da risanare non sarebbe trascurabile, in quanto si tratta di bel 91 milioni di euro che gravano sul bilancio del 2014 e che devono assolutamente rientrare. Su questo si basa la missione a Nyon, che vede oltre Barbara mobilitati il direttore organizzativo Umberto Gandini e la direttrice progetti speciali Elisabetta Ubertini per trattare direttamente con il nuovo segretario generale Theodore Theodoridis, per proporre una prima bozza di risanamento che sarà alla base di un progetto che il Milan dovrà fornire all’Uefa alla fine della stagione in corso, in modo da dimostrare su basi economiche reali come si agirà per rientrare del debito che grava come un macigno sul bilancio.

Leggi anche:  Dove vedere Lilla Milan, live streaming e diretta tv Europa League

Una vera e propria manna dal cielo per rientrare nei parametri del fair play finanziario sarebbe la qualificazione in Champions League, ma per ottenerla serve almeno il terzo posto, e vista la stratosferica Roma di Spalletti che ha ieri battuto anche la diretta concorrente al terzo posto, la Fiorentina, raggiungere quella posizione è alquanto utopistico.

Certo visto anche il Napoli di Sarri non navigare in buone acque, la ricorsa potrebbe essere fatta sul napoli e non sulla Roma che si avvia ormai al secondo posto, ma i punti di distacco non sono pochi, e quindi sarebbe inutile basare la propria strategia economica su un qualcosa che se arriva arriverebbe in virtù di un vero e proprio miracolo e per ora non si basa su fondi tangibili. Quello su cui però ci si può basare è l’Europa League, che sicuramente porterà dei fondi, anche se non grandiosi come la Champion sicuramente maggiori a quelli di quest’anno che hanno visto il Milan fuori da tutte le competizioni europee. Altri fondi potrebbero inoltre arrivare in virtù di cessioni eccellenti, come quella di Bacca, attaccante emergente rossonero, che a quanto apre ha gli occhi addosso sia del Real Madrid di Zidane ma anche, e soprattutto, del Bayern del nuovo tecnico Carlo Ancelotti, che potrebbe in questo modo aiutare la sua ex squadra a risanare il proprio bilancio comprando un pezzo importante per la sua nuova formazione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,