Il fallimento delle italiane in Europa

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Ranking Uefa Napoli
Ieri è finita anche l’avventura della Lazio in Europa League. Dunque, all’Italia, non resta nessuna concorrente per i prestigiosi tornei continentali. Tutte fuori agli ottavi di finale. Un po’ troppo presto per il prestigio delle squadre e del loro blasone. Una volta, l’Italia, si può dire, era sempre una delle nazioni, che fino all’ultimo, combatteva per ottenere qualche posto, che poteva anche far aumentare i punti per la classifica dello speciale ranking, per far accedere più team alla Champions League ed alla Europa League. Ma cosa succede? Si può dire benissimo, che l’Italia, non attira più nemmeno i calciatori più quotati e forti, che una volta, venivano nel Belpaese a far aumentare le quotazioni ed i pronostici di vittoria finale. La Juventus, l’anno scorso, lungo il suo cammino verso la finale di Champions, non incontrò subito il Bayern, considerata insieme al Barça la principale favorita alla conquista della Champions. Ed in finale, fece soffrire fino all’ultimo i catalani, che poi ottennero il trofeo. La Roma, quest’anno, dopo aver superato il turno, con qualche difficoltà, ha trovato la squadra più vincente in Europa. Quel Real Madrid, che di coppe ne ha vinte 10. E rischiava anche di farcela, se non ci fossero stati quegli errori dinanzi al portiere, che chissà, qualche speranza l’avrebbero portata. Era dal 2000, che l’Italia, non porta nessun club ai quarti di finale. Un brutto presagio, anche per la Nazionale. Lo stesso per l’Europa League. Che era cominciata con i favori proprio per le squadra italiane. Napoli, Fiorentina e Lazio (eliminata dalla Champions ai preliminari) che superano i gironi, senza grosse difficoltà. Soprattutto gli azzurri, gli unici a vincere sei partite su sei. Poi, le tre squadre beccano Villarreal, Tottenham e Sparta Praga. Azzurri e Viola, fuori ai sedicesimi, mentre la Lazio, ieri è stata travolta ieri all’Olimpico di Roma, dai cechi. Aveva tutti i favori del pronostico la squadra di Pioli, ma in 40 minuti, una furia ceca, l’ha sommersa con tre gol. Bisogna guardare la Spagna. Che ha tre squadre nei quarti di Champions e tre in Europa League. Nazione, che comanda l’Europa, come non mai. Sveglia Italia, soprattutto per la crescita dei giovani, che dovranno essere il futuro di un paese, se non in ginocchio, quasi.

Leggi anche:  Roma, Fonseca: "La squadra gioca bene e vince".
  •   
  •  
  •  
  •