Il Milan non vince , Mihajlovic in bilico, Galliani tace

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

mihaTerza domenica consecutiva senza i tre punti per il Milan di Sinisa Mihajlovic, i rossoneri non sono riusciti a conquistare i tre punti neanche contro la lazio di Stefano Pioli. Pareggio che fa felici i biancocelesti, presentatisi a San Siro in formazione rimaneggiata e con il morale sotto i tacchi, dopo la clamorosa eliminazione in Europa League per mano dello Sparta Praga. MILAN BRUTTO E SFORTUNATO. Rossoneri anche sfortunati, come contro il Chievo, anche contro la Lazio i legni della porta di  Marchetti ( sono 12 tra pali e traverse in stagione per il Milan) hanno impedito per due volte a Bonaventura di segnare il gol del vantaggio. Il Milan però non può aggrapparsi solo alla sfortuna, la manovra dei rossoneri è stata lenta e prevedibile, senza mai un guizzo, con Honda e Bonaventura in riserva già da qualche settimana. BRAVI BACCA  – LUIZ ADRIANO. Positivo il ritorno in campo da titolare di Luiz Adriano, suo l’assist per il gol di Bacca, il 14esimo per il colombiano in Serie A. Il brasiliano, tornato titolare dopo due mesi, ha lottato finché il fiato lo ha retto, dimostrando sul campo di poter essere lui il titolare fino alla fine della stagione. MALE BERTOLACCI. Male, ancora una volta Bertolacci, l’ex genoano fatica nel 4-4-2, lui che è una mezzala, male anche Balotelli, entrato ad un quarto d’ora dalla fine tra i fischi di un esasperato Meazza. In classifica il Milan resta a sei punti da Inter e Fiorentina, sono quatto invece i punti di vantaggio sul Sassuolo, fermato sul pareggio al Mapei Stadium dall’Udinese.
MIHAJLOVIC IN BILICO. Mihajlovic nel post partita è sembrati piuttosto sfiduciato, il tecnico serbo ripete quasi sempre lo stesso copione dopo ogni prestazione del Milan, soprattutto nell’ultimo mese di campionato. I numeri condannano i rossoneri, due punti nelle ultime tre partite, contro i 9 ottenuti nelle stesse giornate dell’andata. Ancora più angosciose le cifre offensive, un gol segnato nelle ultime tre partite, il gol di Bacca ha spezzato un digiuno di gol che durava da 240 minuti. In vista dell ultime 8 giornate di campionato Mihajlovic dovrà cercare di motivare i suoi , non potendo solo aspettare il 21 maggio e la finale di Coppa Italia per salvare la stagione e la sua panchina. Silvio Berlusconi, presente a San Siro, continua ad esternare le sue perplessità sul gioco espresso dal Milan, mentre Adriano Galliani, presente in Lega, si è trincerato dietro un ” Oggi è il giorno del silenzio”. PRONTO BROCCHI. Dopo la sosta il Milan avrà due partite molto delicate, a Bergamo con l’Atalanta e poi in casa contro la Juventus. Se la situazione dovesse continuare ad essere questa, o dovesse peggiorare ulteriormente, la soluzione Brocchi fino a fine stagione non sarebbe un’ipotesi così remota per un Milan sempre più grigio che rossonero.

Leggi anche:  Bruscolotti e Taglialatela replicano a Cabrini: "Non ci può dare lezioni di vita, sanno tanto di pregiudizi"
  •   
  •  
  •  
  •