Juve da sogno, Buffon da record

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

La prima notizia che arriva dal derby della Mole è che per la Juve le scorie dell’eliminazione dalla Champions sono già smaltite. Il 4-1 con cui la formazione bianconera liquida i cugini del Toro non lascia molti dubbi: la Juve è pronta a ripartire dopo il breve ma pesante passaggio a vuoto con il Bayern. Con la vittoria nel derby i bianconeri centrano il 20esimo risultato utile consecutivo in campionato: 19 vittorie e un pareggio. Una striscia di risultati positivi iniziata proprio contro il Torino nel derby d’andata con il gol di Cuadrado allo scadere. Da allora è iniziata una cavalcata che sembra inarrestabile per i bianconeri. La brutta Juventus di inizio stagione sembra quasi un ricordo sbiadito dal tempo e se ne sono accorti col passare delle giornate Inter, Roma e ora anche Napoli costretto a inseguire dal ko nello scontro diretto perso allo Juventus Stadium.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

La seconda buona notizia è la difesa del primato in classifica con il vantaggio di 3 punti sul Napoli che resta invariato e con la Roma che perde ulteriore contatto dopo il pareggio dei giallorossi per 1-1 con l’Inter. La terza notizia è che da oggi Buffon detiene ufficialmente il nuovo record di imbattibilità in campionato. Sono 973 i minuti senza subire gol per il portierone bianconero che battere il record precedente di Sebastiano Rossi. A fermare a quota 973 minuti questo primato per il numero 1 della Juventus ci pensa Andrea Belotti che realizza il gol del momentaneo 1-2 su rigore. Una gioia effimera per il “Gallo” che prova a riportare in corsa un Toro mai in partita.

Il primo tempo, infatti, è totalmente a tinte bianconere con il vantaggio di Pogba direttamente su calcio di rigore alla mezz’ora e il raddoppio di Khedira poco prima dell’intervallo con una bella percussione centrale. Il gol di Belotti su rigore serve solo per fermare il record di Buffon visto che le speranze di rimonta granata durano meno di un quarto d’ora. Al 63esimo arriva il gol dell’1-3 bianconero con Morata che capitalizza al meglio un assist sontuoso di un ispiratissimo Pogba. Lo spagnolo ha anche il tempo di realizzare la sua doppietta personale al 76esimo minuto raccogliendo in area di rigore granata un pallone vagante dopo una punizione di Pogba. A rovinare solo parzialmente la festa bianconera c’è l’espulsione di Khedira a pochi minuti dal termine della gara. Il tedesco è stato mandato anzitempo dagli spogliatoi dal direttore di gara reo probabilmente di qualche parola di troppo nei confronti del signor Rizzoli.

  •   
  •  
  •  
  •