Lazio, Pioli: “Pensavo di averla preparata meglio. Keita? Deve guadagnarsi il posto”

Pubblicato il autore: Linda Borgioni Segui

pioli

Torino Lazio, l’anticipo delle 12.30 della 28esima giornata di campionato, finisce uno a uno. Un pareggio frutto di un ottimo primo tempo dei padroni di casa e di una buona ripresa dei biancocelesti; di fatto, però, il pari non smuove la classifica delle due squadre, che avevano bisogno di una vittoria A fine partita, ai microfoni di Sky Sport, Stefano Pioli commenta così la gara: “Purtroppo non è la prima volta che sbagliamo l’approccio. Abbiamo perso certezze ed equilibri dopo lo svantaggio. Ci siamo disuniti ed allungati, favorendo le loro ripartenze. È stato difficile trovare le giuste posizioni in campo. Potevamo pareggiare prima e provare a vincere la partita. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo, non siamo stati neanche fortunati. Con i due cambi nel primo tempo ho provato a migliorare la squadra: non c’era la fase difensiva giusta e neanche una buona costruzione. Stavamo rischiando anche di subire la seconda rete”.

A Pioli viene poi chiesto un commento sulla prestazione di Felipe Anderson, che ha giocato come trequartista: “La posizione era diversa, ha toccato molti palloni. Da un trequartista ti aspetti una giocata determinante, ha concluso in porta e ha fatto un buon lavoro per la squadra. Gli è mancata solo la precisione. A me non piace tantissimo quando si abbassa, ma il nostro avversario lo portava a fare ciò. I giocatori di qualità devono stare il più possibile vicini alla porta. Stiamo mancando nel tiro o nell’ultimo passaggio, tuttavia abbiamo avuto una grande pericolosità in fase offensiva”. Pioli parla poi della preparazione di Torino Lazio: “Sinceramente pensavo di aver preparato benissimo la partita. Volevo far capire ai giocatori quanto fosse importante vincere in vista di giovedì. Abbiamo ottenuto un risultato positivo, ma soltanto parzialmente. Sarebbe importantissimo arrivare ai quarti di Europa League. Molti stanno snobbando lo Sparta Praga per il nome non altisonante, ma è uno dei pochi avversari imbattuto come noi”. Pioli lancia poi una frecciatina  a Keita, che oggi è entrato nella ripresa e ha conquistato il calcio di rigore: “Deve dimostrare quotidianamente di meritare di giocare dall’inizio, ho tante soluzioni a disposizione”.

  •   
  •  
  •  
  •