Le 10 frasi al veleno di Ronaldo

Pubblicato il autore: Antonio Orlando Segui

Cristiano Ronaldo è un campione. E questo è fuori discussione. Ma è altrettanto risaputo che il tre volte pallone d’oro pecchi di egocentrismo e presunzione, dentro e fuori dal campo. Ronaldo è famoso in tutto il mondo per i suoi dribbling e le sue magie calcistiche ed è impossibile non innamorarsi del suo calcio e delle sue prodezze. Ma ciò che lo rende unico e che, probabilmente, lo distingue dal suo eterno rivale Leo Messi, sono le dichiarazioni scottanti o polemiche o provocatorie che CR7 ha rilasciato in più occasioni prima o dopo di un match. Il quotidiano spagnolo Marca ha pubblicato le dieci frasi più polemiche che il campione portoghese ha rilasciato alla stampa da quando indossa la maglia del Real Madrid.

1) “Vediamo se a noi il Barça ce ne fa otto”

20 novembre 2010, settimana precedente al Clasico di Spagna. Il Barcellona aveva rifilato otto reti all’Almeria la settimana prima e il big match serviva ai catalani per tentare il sorpasso proprio sul Real. Infatti i blancos conducevano la classifica con 32 punti e il Barca con 31. Ronaldo con la sua tipica spavalderia, alla domanda di un giornalista se questo risultato lo preoccupasse o meno rispose con aria piuttosto sicura. Il Barcellona vince 5-0 sul Real Madrid …

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, la Moviola: espulso Vidal e due rigori non dati? Ecco gli episodi chiave

2) “Non mi piace giocare così, ma devo adattarmi”

La sua frecciatina questa volta era indirizzata a Mourinho in seguito alla sconfitta anche l’anno seguente contro il Barça, questa volta nella semifinale di andata della Champions League (0-2 al Bernabeu). Ronaldo accusò il mister di mettere in campo una squadra con un approccio troppo difensivo.

3) “Sapevamo che sarebbe successo qualcosa”

Fece discutere moltissimo l’intervista di Ronaldo che dopo la sconfitta anche nella semifinale di ritorno contro i cugini, parlò di alcuni errori arbitrali.

“Sapevamo che se segnavamo un gol poteva cambiare tutto. Gol di Higuaìn, un gol regolare. Ma Mascherano ha messo in pratica le trappole del Barcellona. Quando giocava nel Liverpool non era così, ora sta sempre a terra. Ci hanno annullato una rete che poteva riaprire la partita. Sapevamo che sarebbe successo qualcosa.”

4) “Sono bello, ricco e un eccellente calciatore: sono invidiosi”

Champions League, Real Madrid contro la Dinamo Zagabria. Il pubblico di casa non risparmia Cristiano, coprendolo di fischi durante tutta la partita. Quell’incontro terminò 0-1, gol di Di Maria.

Leggi anche:  Panchina Inter: Antonio Conte sempre più in bilico, Marotta come traghettatore pensa ad un ex nerazzurro

5) “Alla squadra do un 9, a me un 10”

22 maggio 2012. Il portoghese durante un’intervista a Marca, dopo la vittoria della Liga, fa capire chi è il migliore in squadra – se ancora qualcuno non l’avesse capito.

6) “Sono un po’ triste, per questo non festeggio i gol”

Fece molto discutere la non esultanza del giocatore durante la partita con il Granada a cui rifilò una doppietta. L’intera tifoseria iniziò a domandarsi se il talento portoghese fosse stanco della sua avventura a Madrid.

7) “Se dicessi tutto quello che penso, andrei in prigione “

29 agosto 2014, Messi ha da poco vinto il premio come miglior giocatore del Mondiale brasiliano. Cristiano, forse non convinto o non contento del riconoscimento si è lasciato andare a una dichiarazione simile che ha fatto parecchio discutere; e inevitabilmente ha alimentato l’astio fra i due campioni.

Leggi anche:  Precedenti Inter Real Madrid, tutto ciò che c'è da sapere sulla sfida di stasera

8) “Se avessi voluto darglielo davvero, non si sarebbe rialzato”

17 gennaio 2016, Real Madrid – Sporting Gijon 5-1. Durante il secondo tempo Ronaldo perde la testa e dà un calcione al centrocampista Nacho Cases. L’arbitro lo grazia, nemmeno giallo per lui. Ai microfoni poi, con lo scopo di giustificarsi, si lascia andare a una dichiarazione non propriamente felice.

9) “Pranzi, cene, baci e abbracci non contano niente”

16 febbraio 2016.

“Al Manchester ho vinto la Champions e non parlavo con Ferdinand, Giggs o Scholes. Baci e abbracci non contano nulla. Siamo dei professionisti.”

Queste le parole di Ronaldo in merito all’amicizia fuori dal campo fra Messi, Neymar e Suarez.

10) “Se tutti fossero al mio livello, saremmo primi”

Il Real ha perso il derby con l’Atletico Madrid e a Ronaldo non è andata giù. D’altronde la vetta della classifica sembra ormai irraggiungibile e Cristiano non le ha mandate a dire. Ha poi corretto il tiro spiegando che ci sono troppi infortunati in squadra. Ma ormai la bomba era stata lanciata.

 

  •   
  •  
  •  
  •