L’ironia di Sabatini: “Berardi non gioca con la Juve, come Di Natale col Napoli”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

sabatini-610x400
Stasera alle 21, c’è un interessante Juventus-Sassuolo, anticipo del week end, perché la Juve andrà in Baviera a giocarsi la qualificazione col Bayern Monaco dopo il 2-2 di Torino. Il Napoli, seguirà la gara da vicino, sperando in un’impresa degli emiliani, che quest’anno si sono tolti parecchie soddisfazioni, battendo tutte le big del nostro campionato, l’ultima il Milan domenica scorsa. Ma dopo la sconfitta di Reggio Emilia di novembre, i bianconeri, hanno conquistato il primo posto, con una grande rimonta. Ma stasera, il Sassuolo, avrà pesanti assenze. Da Cannavaro, leader difensivo, Manganelli, il capitano, ultimo Berardi. Calciatore più talentuoso di Eusebio Di Francesco, e guarda un po’ stasera Berardi, non ci sarà. A commentare questa assenza, con un po’ di ironia è Sandro Sabatini, giornalista di Premium Mediaset, che è intervenuto a Radio Crc, paragonando l’assenza di Berardi, a quella di Di Natale, con il Napoli: Il Napoli deve continuare a dare il massimo perché questo campionato è una rincorsa. Berardi non ha mai giocato contro la Juventus e mi viene in mente Di Natale col Napoli. Il Sassuolo è decimato e per la Juventus sulla carta il compito è agevole”. Poi, esamina la gara di domenica del Napoli, contro il Palermo, gestito adesso da Walter Novellino, ex tecnico del Napoli, autore della promozione in massima serie nell’anno 1999-2000. “Il Napoli deve continuare a dare il massimo perché questo campionato è una rincorsa. Il Palermo, indipendentemente dall’allenatore, lotta per salvarsi e c’è poi una situazione ambientale pessima, ma al tempo stesso potrebbe riservare uno spunto in più. Il pubblico è con la squadra e con l’allenatore e sono tutti contro Zamparini e avere un nemico comune potrebbe dare alla squadra una forza in più”.

Lavoro a Castelvolturno:
Il Napoli, ha svolto oggi la seduta d’allenamento con un occhio stasera alla gara della Juventus con il Sassuolo. La squadra ha svolto attivazione in avvio e successivamente intenso lavoro tecnico tattico. Chiusura con partitina a campo ridotto. Domani ancora allenamento di pomeriggio. Scalpitano Mertens e Gabbiadini, uomini che possono fare la differenza per queste ultime gare di campionato, in cui il Napoli deve rincorrere e deve anche stare attento alla Roma di Spalletti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dybala si tuffa e cerca il rigore in Benevento-Juventus? La dura reazione di Ziliani su Twitter