Mihajlovic hai capito? “Vinci e resta!”, lo dice Silvio

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

carpi milan
Mihajlovic si, Mihajlovic no, Mihajlovic forse. La telenovela in casa Milan prosegue, incertezza e confusione al comando: ormai sono queste le parole d’ordine in quel di Milanello. Il Milan non ha basi solide dai tempi, tanto rimpianti, di Max Allegri, da lì in poi un disastro. L’esonero di Acciuga è stata una liberazione per molti, una gioia, in realtà a esultaree, anche se ai tempi non potevano certo saperlo, sarebbero stati solamente i sostenitori della Vecchia Signora.
Mihajlovic è nell’occhio del ciclone da settembre, pochi i periodi sereni, poche, pochissime, quasi inesistenti le soddisfazioni. Il Milan si avvicina all’ennesimo flop in campionato, con una sola e flebile fiammella ancora in vita, ancora accesa. La Coppa Italia è la speranza, il sogno, l’unico modo che avrebbe il buon Sinisa per riagganciarsi al treno Milan, l’unico modo che avrebbe la società di Via Turati per dare finalmente seguito a un progetto.
Da troppi anni il Milan prende, acquista, distrugge e butta. Nel calcio non si fa cosi, nel calcio si crede in ciò che si fa e lo si porta avanti in barba a critiche e contestazioni. Il Milan non può fare così, perchè il Milan è allo sbando, da tanto, da troppo. Berlusconi non bada più a fare il bene della Società, sta attento solo a seguire il popolo a fare contenti i più, per cercare di raccogliere qualche flebile consenso in mezzo a un oceano di critiche.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo Turris streaming e diretta Tv Serie C

Se Mihajlovic vince, resta, musica e parole di Silvio Berlusconi

E’ questa l’ultima esternazione del Presidente rossonero: una vittoria in Coppa Italia significherebbe guadagnarsi una riconferma.
Ma come caro Berlusca, fino all’altro giorno non piovevano critiche ripetute nei confronti di Sinisa?
“Mi sono solo lamentato di vedere un Milan che non mi è piaciuto e non so quanto questo sia da attribuire all’allenatore o alla società che non ha saputo prendere i giocatori giusti.”, queste le parole di Silvio, queste le dichiarazioni lasciate alla Gazzetta.
In casa Milan il Caos regna sovrano, in casa Milan nel giro di un attimo succede tutto e il contrario di tutto. Ormai più che gareggiare con Juve e Milan, sarebbe meglio confrontarsi con Beautiful e con il Segreto. Mihajlovic lo sa, ormai è diventata la norma morire e risorgere nel giro di dieci giorni.

  •   
  •  
  •  
  •