Milan, Berlusconi: “Non mi piace come gioca la squadra”. Miha saluta?[VIDEO]

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Berlusconi vs MihajlovicMilan-Lazio nel posticipo serale della trentesima giornata del campionato di serie A finisce 1 a 1. Botta e risposta in avvio fra Parolo (9′ pt) e Bacca (15′ pt). Risultato deludente per entrambe le squadre ma il botto vero arriva a cavallo della notte quando il Patron dei rossoneri Silvio Berlusconi in due occasioni distinte  dà il benservito a Sinisa Mihajlovic. Vediamo come.

Ieri sera l’ex premier ha lasciato San Siro senza nemmeno passare per gli spogliatoi, mentre il serbo è apparso piuttosto nervoso davanti alle telecamere. “Se volete un commento, fate copia e incolla con le mie dichiarazioni di settimana scorsa e di quella prima“, ha tagliato corto Miha senza nemmeno ascoltare la ricostruzione del siparietto nel pre-partita fra uno dei giornalisti veterani al seguito del Milan e Berlusconi. Domanda: “Non la convince proprio il gioco di Miha?“. “Da quanto vede il calcio?“, replica il presidente rossonero. “Dai tempi di Schiaffino, come lei“. “Allora che domande mi fai?“, dice Berlusconi con un sorriso che dà l’idea di una distanza sempre più ampia con l’allenatore.

Leggi anche:  Morte Maradona, tante incongruenze e misteri: aperta un'inchiesta. Ecco i dettagli

Nel frattempo il tecnico di Vukovar intrattenendosi con i giornalisti si era lasciato andare ad altre dichiarazioni non proprio ortodosse. Dopo aver definito il pareggio “l’ennesima occasione persa“, rammaricandosi per i due pali (“Siamo la squadra che ne colpisce di più“) e sospendendo il giudizio sul caso Menez (“Non ho visto cosa è successo, ma se non aveva voglia di entrare in campo ci penso io“), Mihajlovic davanti alle telecamere, a proposito del suo incerto futuro, prima ha replicato stizzito (e non è la prima volta) a Mikaela Calcagno di Premium Sport: “Sono troppo signore per rispondere a questa domanda. Quando finisce il campionato si vedrà cosa succede“. Poi su Sky ha aggiunto: “Il presidente non è tanto diverso dagli altri. Come ogni presidente parla, giudica, fa le sue considerazioni, poi a fine campionato decide se confermare o mandare via l’allenatore”.

Rincarando punti di vista che tra il serio “Nelle ultime due partite siamo mancati in attacco. Ho l’impressione che per fare gol dobbiamo spingere in 10 la palla nella porta” e il faceto: “Non so se serve un motivatore, uno psicologo, uno psichiatra, o un esorcista, me lo chiedo da mesi. Penso di aver trovato una soluzione” nei giorni scorsi aveva espresso con chiarezza.

Leggi anche:  Dove vedere Bari-Catanzaro Serie C, streaming gratis e diretta tv Antenna Sud?

Passa la notte e stamattina dalle onde di RTL 102,5  Berlusconi emette quella che sembra una sentenza inappellabile: “Mihajlovic resterà al Milan? La squadra intanto deve concludere una stagione, alla fine della quale decideremo. Io devo dire che francamente sono deluso dal gioco che il Milan ha messo in campo quest’anno, quindi spero che nelle ultime partite che ancora restano questa situazione possa cambiare“.

Cosa succederà adesso? “Lo ripeto, hanno tutti dieci gare a disposizione per onorare la maglia – sottolinea Sinisa –  ho un contratto per un altro anno. Se tutti e due saremo d’accordo procederemo, altrimenti no. Penso che il Milan troverà un allenatore per l’anno prossimo e anche io troverò una squadra“. Una squadra potrebbe essere proprio la Lazio, perché la situazione di Stefano Pioli è almeno altrettanto instabile e soprattutto Berlusconi si è da tempo innamorato del gioco e della freschezza di Eusebio Di Francesco e farà di tutto per farlo sedere sulla panchina dei rossoneri per i prossimi tre anni.

  •   
  •  
  •  
  •