Napoli: Sarri prevede qualche cambio per sabato

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

napoli_chievo

Il Napoli ha ripreso gli allenamenti, in vista della gara di sabato sera, l’anticipo del San Paolo, contro il Chievo Verona, che attraverso le parole del capitano Dainelli, annuncia, battaglia, che non andranno a Napoli per difendersi, ma a cercare addirittura la vittoria. Onestamente, poco ci crediamo. Se nelle ultime gare casalinghe degli azzurri, gli avversari, hanno costruito dei veri muri davanti alle porte dei portieri. L’hanno fatto Milan e Juventus, figuriamoci il Chievo Verona. Dopo la partita di Firenze, con due tempi altalenanti, dove nel primo il Napoli ha subito i viola, e nella ripresa si è ripreso, c’è fiducia intorno agli uomini di Maurizio Sarri, che hanno resistito su un campo, difficile per tutti. Ora, sabato, potrà approfittare assolutamente, almeno per una notte, di riprendersi il primo posto in coabitazione con i bianconeri, usciti stremati, ieri, surclassati dall’Inter, ma fortunatamente, andati in finale di Coppa Italia, grazie alla lotteria dei calci di rigore. Juventus, che andrà a Bergamo, campo non semplice, che dà sempre delle difficoltà. Ma l’Atalanta in casa, sta faticando da un po’ per ottenere una vittoria che non arriva da quasi 3 mesi. Il Napoli, deve sperare anche nelle squadre che affrontano la Vecchia Signora, e non deve sbagliare di suo, nessuna delle prossime 5 partite previste nel calendario. Gare, che possono fruttare 15 importantissimi punti. Il Napoli, visto a Firenze, ha mostrato qualche punto di stanchezza. Soprattutto in alcuni uomini, come Allan, Insigne, ed alcuni annebbiamenti mentali come in Koulibaly. Infatti, Sarri, prevederà alcuni cambi, come logico che sia, visto che adesso c’è solo il campionato a cui pensare. Albiol, non ci sarà per squalifica, giocherà Chiriches vicino al franco senegalese Koulibaly. La titolarità di Allan è in forte discussione, infatti  il centrocampista brasiliano esce un po’ stanco dalle ultime partite, quindi spazio a David Lopez che formerà il trio conHamsik e Jorginho. Gerarchie ben definite invece in attacco anche se ai lati di Higuain, intoccabile,  Insigne, Callejon e Mertens sono il lizza per due maglie. Gabbiadini, invece, che giustamente spera in una chiamata per gli Europei, partirà dalla panchina. Già girano voci, per il suo addio a giugno, dopo questa non proprio felice stagione a Napoli.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter, retroscena Messi, Laporta: "Moratti offrì 250 milioni per averlo"