Napoli vittoria di rigore, contestazione a Palermo

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

hig

E’ finita a Palermo. Vittoria del Napoli al Renzo Barbera, con un rigore siglato al 23° dal solito Gonzalo Higuain, arrivato a 27 reti in campionato, raggiungendo il record, eguagliato a Madrid. Risultato finale 0-1, che può far pensare ad una vittoria difficile, ma il Napoli, ha dominato, senza rischiare quasi mai. Però gli azzurri, si sono divorati dei gol, che potevano chiudere la gara molto prima, senza ulteriori sofferenze. Protagonisti delle mancate realizzazioni, Higuain, Insigne e Mertens, grazie anche ad un ottimo intervento di Sorrentino, sulla girata del belga. Novellino, ha sofferto, il gioco del Napoli nei primi venti minuti, non riuscendo ad uscire dalla sua metà campo. Rigore, che è stato fischiato per un doppio fallo in area, su Higuain ed Albiol, e Rocchi, aveva anche avvisato la difesa rosanero. Napoli, quindi che si riporta a meno tre dalla Juventus, e si stacca, dalla Roma, con i più cinque sui giallorossi. Da evidenziare l’ottima gara di Hysaj, Higuain ed anche di David Lopez, che appena entrato a mosso il centrocampo azzurro, un po’ stantio, con Hamsik, che non era in buone condizioni, sceso in campo febbricitante. Il Napoli, domenica prossima se la vedrà col Genoa, vincitore in rimonta con il Torino.

Leggi anche:  Fiorentina: la vittoria di Udine riporta il sereno in casa viola. Prossimo turno sempre al Franchi

Contestazione a Palermo
Il Palermo, subisce l’ottava sconfitta casalinga, ed i tifosi, non hanno accettato il risultato. Dalle tribune del Renzo Barbera, infatti, sono caduti oggetti e fumogeni, in segno di protesta dei tifosi rosanero, contro il presidente Zamparini, protagonista di cori e sfottò. Ora, il Palermo, ha un solo punto sul Carpi, che ha vinto lo scontro diretto col Frosinone, ed il rischio, di essere risucchiati nelle ultime tre è enorme. Novellino, è appena arrivato, ed ha poche responsabilità.

Record Higuain
29 gol in stagione. 27 in campionato, 2 in Europa League. Ha battuto il record di reti realizzate, quando era al Real Madrid, ora è uno dei lottatori, per ottenere la Scarpa D’oro. Mancano ancora nove partite, e per uno come il Pipita, l’obiettivo potrà essere raggiunto. Anche i rigori, lo sta tornando a battere senza le paure della scorsa stagione, che lo portarono ad essere il responsabile della mancata qualificazione Champions League del Napoli.

  •   
  •  
  •  
  •