NBA, Bryant incorona Van Basten nell’incontro con Henry: “Il più grande”

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

nba bryant van basten henry
Vi avevamo raccontato, dopo l’inatteso scoppiettante successo dei Los Angeles Lakers sui Golden State Warriors, del fugace incontro di Kobe Bryant con Alessandro Del Piero. Il fuoriclasse della palla a spicchi, arrivato all’ultimo mese della sua formidabile carriera con 5 anelli Nba al dito, si è fermato a lungo a chiacchierare con un altro grande campione di “soccer” del passato. Si tratta del francese Thierry Henry, da sempre grande fissato di basket e in modo particolare di quello Oltreoceano. I contenuti della loro chiacchierata Bryant li ha resi noti soltanto ieri, riavvolgendo il nastro fino alla sua adolescenza, vissuta per gran parte degli anni in Italia. Chi segue da sempre il Black Mamba del resto saprà che, dal 1984 fino ai primi mesi del 1991, suo padre Joe Bryant (noto a tutti come Jelly Bean) ha militato nella nostra serie A passando da Rieti a Reggio Calabria, quindi da Pistoia a Reggio Emilia. Incantando, peraltro. In quegli anni, il piccolo Kobe ricorda il grande fomento per il calcio di serie A, ed in particolare per il Milan dei grandi successi allenato da Arrigo Sacchi.

Leggi anche:  Paula Dapena, boicottato il minuto di silenzio a Maradona: "Non ho mancato di rispetto a nessuno"

“Una squadra formidabile, spettacolare, vincente e bella da vedere” – ha specificato la star dei Lakers. “In particolare ricordo la forza e le’eleganza di Marco Van Basten: l’attaccante di quel Milan è il più grande per me. Univa potenza e classe, ed era la punta di diamante di una squadra con tanti campioni come Gullit, Rijkaard e Baresi. Erano fantastici, io tifavo decisamente per loro”. Nel chiacchierare con Henry, giocatore che Kobe ricorda benissimo, il 37enne ha detto la sua anche su un’altra grande squadra della storia del calcio, vale a dire l’attuale Barcellona dei Messi, Neymar e compagnia bella. Secondo il “24” gialloviola, possono riuscire nell’impresa di bissare la Champions League vinta lo scorso giugno, impresa mai riuscita a nessun team da quando la massima competizione europea si chiama così. “Sono fortissimi e Messi è inarrestabile: credo davvero che possono coronare un’altra stagione memorabile. Vederli giocare è un piacere per gli occhi”. Thierry Henry, neanche a dirlo, gli ha dato ragione da buon ex azulgrana.

  •   
  •  
  •  
  •