Pogba fa 23: “Festeggio con scudetto, Champions ed Europei”

Pubblicato il autore: Debora Stefani Segui

pogba
15 marzo 2016: 23 anni fa nasceva il gioiellino della Juventus Paul Pogba. Il giovane talento francese aveva dimostrato fin da subito di essere uno su cui valeva la pena scommettere, tanto che era stato scelto per le giovanili del Manchester United a soli sedici anni. Poi nel 2012, con uno degli affari più riusciti degli ultimi tempi per lungimiranza, i bianconeri sono riusciti a soffiarlo a parametro zero al campionato inglese.
Contemporaneamente, Paul sbalordiva tutti anche in Nazionale; veste la maglia dei “Bleus” per la prima volta nel 2008 nell’Under-16, fino ad arrivare nel 2013 a vincere da capitano il mondiale di Turchia con l’Under-20.

Oggi, nel 2016, Pogba è uno dei talenti più straordinari del nostro campionato per classe ed efficacia, tanto che ad ogni sessione di mercato le notizie su una sua possibile partenza dalla Juventus si sprecano.
Ma oggi, 15 marzo, è il giorno del compleanno di Pogba e anche, per lui e la sua squadra, è vigilia degli ottavi di ritorno di Champions League contro il Bayern Monaco. Il giovane calciatore francese dimostra di avere ben chiaro in mente qual è il primo regalo che vorrà concedersi per i suoi ventitré anni: il passaggio del turno per poi lottare fino alla finale di Milano per la conquista della “coppa dalle grandi orecchie”. Ma certo questo non può bastare a un astro nascente del calcio come lui, che a Fifa.com, senza esitare, dichiara di volere in più un altro scudetto con la Juventus e magari pure l’Europeo con la Nazionale maggiore; e quale occasione migliore dato che la competizione si terrà nella sua patria d’origine?
E’ sbalorditivo come Pogba snoccioli con sicurezza questi obiettivi, mostrando una maturità ben diversa da quella anagrafica. Ma che a lui piacciano le sfide si era già capito quando ad inizio anno aveva scelto per sè la maglia numero dieci, quella di Tevez, Del Piero, Baggio, Platini, solo per citarne alcuni. Per sua stessa ammissione, sempre a Fifa.com, quando ci si pone obiettivi tanto ambiziosi e volendo arrivare ad essere tra i più grandi di sempre del pallone, si va inevitabilmente incontro ad un carico di responsabilità non indifferenti; a maggior ragione la pressione è difficile da gestire se hai solo 23 anni. Ma il numero dieci bianconero conosce i rischi e con la brillante carriera che ha in mente di raggiungere, sa di doversi adattare velocemente. D’altro canto, fa parte anche questo del gioco.

Leggi anche:  Serie A, Benevento-Juventus: probabili formazioni; dal 1' con Bonucci e Dybala

Pogba comunque dimostra di avere in mente dei modelli cui ispirarsi niente male. Prima di tutto, il talento francese cita, a Fifa.com, colui che lo ha spinto ad iniziare la carriera calcistica, Ronaldo. La tecnica, l’istinto per il goal e la varietà di colpi del brasiliano hanno fatto scoccare la scintilla dell’amore per il calcio nel piccolo Paul che lo guardava alla televisione mentre la Nazionale francese nel 1998 batteva in finale il Brasile. Poi ovviamente, non poteva non citare il connazionale Zidane, un’icona a cui tutti guardano grazie alla grande carriera fatta e alle sue grandi imprese.

Il giovane francese quindi ha le idee ben chiare su quello che vuole per lui come calciatore; non resta che stare a vedere come si comporterà già domani, in una delle partite più cruciali per la stagione della Juventus.

Leggi anche:  LaLiga, dove vedere Valencia-Atletico Madrid: streaming e diretta tv

Ma intanto per oggi non resta che dire: Joyeux anniversaire Paul!

  •   
  •  
  •  
  •