Record Buffon ora è realtà! Il portierone bianconero supera anche Seba Rossi, il record di imbattibilità è suo!

Pubblicato il autore: Senio Calvetti Segui

Gianluigi-Buffon-990x754

Record Buffon ora è realtà. Nella scorsa settimana aveva superato Dino Zoff e adesso, dopo aver superato anche Sebastiano Rossi, Gianluigi Buffon diventa il portiere con la più lunga striscia di imbattibilità nella storia del calcio italiano.

L’ultima rete incassata in campionato da Gianluigi Buffon risale al 10 Gennaio, diciannovesima giornata di campionato, e porta la firma di Antonio Cassano, nella gara comunque vinta dai bianconeri per 2 a 1 in quel di Marassi. Da lì in poi, con l’indispensabile aiuto di una difesa insormontabile, Buffon ha chiuso la saracinesca e nessuno è più riuscito ad esultare dopo averlo beffato. Udinese, Roma, Chievo, Genoa, Frosinone, Napoli, Bologna, Inter, Atalanta e Sassuolo, questo l’elenco delle squadre che sono soltanto riuscite ad impensierire o ad esaltare le doti del portierone della Nazionale italiana Campione del Mondo. Nemmeno il Torino, nei primi tre minuti del derby della Mole, è riuscito a fargli gol; quindi, adesso, Buffon si appropria del record precedentemente detenuto da Sebastiano Rossi e diventa, a tutti gli effetti, il portiere con la più lunga striscia di imbattibilità nella storia del calcio italiano.

Leggi anche:  Classifica follower Instagram Serie A, dominano la Juventus e Cristiano Ronaldo

Si tratta dell’ennesimo riconoscimento del valore di un portiere che può essere tranquillamente definito il più forte di tutti i tempi e che, nella sua lunga carriera, ha ricevuto premi, apprezzamenti e attestati di stima da stampa, compagni e, soprattutto, avversari. Da sempre il suo forte è l’innato senso della posizione che lo porta a buttarsi il minimo indispensabile e ad essere spettacolare solo quando è strettamente necessario, guascone e un po’ sbruffone in gioventù, con il passare degli anni ha evidenziato anche una grande crescita caratteriale che lo ha tasformato in leader ed icona del calcio mondiale.

Niente male per uno che è finito in porta per caso quando, negli allievi del Parma, il primo portiere aveva una mano rotta, il secondo era a letto con gli orecchioni ed il terzo non poteva esimersi dal partecipare alla comunione del cugino…in porta va il più alto! Il più alto era proprio quel Gianluigi Buffon, acquistato dal Bonascola per 15 milioni pagabili in due anni, che solitamente giocava a centrocampo con il numero 4.

Leggi anche:  Juventus-Torino, probabili formazioni e le ultimissime dai campi

Quell’incredibile casualità, la stessa capitata ad un altro grandissimo portiere, Sepp Mayer, rese palese a tutti che quel ragazzo aveva le stigmate del predestinato; non era diventato un portiere, semplicemente lo era sempre stato. Dopo soli quattro anni arriva l’esordio in Serie A con la maglia del Parma, più precisamente il 19 Novembre 1995, a soli 17 anni, contro il fortissimo Milan e Gigi, per niente intimorito, ma anzi, esaltato dalla situazione, a fine gara risulterà essere fra i migliori in campo. Il 29 ottobre del 1997 arriva anche il suo esordio in Nazionale, sostituendo l’infortunato Pagliuca, in uno spareggio delle qualificazioni Mondiali contro la Russia, in una Mosca freddissima ed innevata. Nel 2001, per un costo complessivo che supera i 100 miliardi, passa alla Juventus dove, al suo primo anno, conquista immediatamente lo scudetto. Complessivamente l’invidiabile palmares di Buffon annovera 6 scudetti, 1 Coppa Uefa, 2 Coppa Italia, 6 Supercoppa Italiana, un campionato d’Europa under 21 e l’incredibile mondiale vinto nel 2006 in Germania; interminabili ed inelencabili i riconoscimenti personali che il Gigi nazionale ha ricevuto. Dopo tutto questo, adesso, Buffon è anche, meritatamente e indiscutibilmente, il portiere con la più lunga striscia di imbattibilità nella storia del calcio italiano.

Leggi anche:  Juventus-Torino, parla Giampaolo: "La squadra sta migliorando"

  •   
  •  
  •  
  •