Roma, Iago Falque: “Vincere il derby per prenderci il secondo posto”

Pubblicato il autore: alessandro oricchio Segui

iago-falque-roma-gfx_8mabfis5vdth12isu9h1737nn

In occasione di un evento organizzato a Trigoria nei giorni scorsi Iago Falque, attaccante della Roma, ha parlato del suo momento attuale, di quello della squadra e del suo futuro, che sembra ancora essere tinto di giallorosso. Con il derby alle porte e il terzo posto da difendere la Roma, secondo Iago Falque, è obbligata a prendere i tre punti contro la Lazio non solo per consolidare la posizione in classifica, ma soprattutto per cercare di puntare al secondo posto, distante sei punti (ma con la sfida al Napoli di Sarri che si giocherà tra le mura amiche dello stadio Olimpico). Iago Falque ha parlato anche del rapporto con l’ex tecnico giallorosso Rudi Garcia, di quello con Spalletti e del suo futuro in maglia giallorossa.

Ecco le parole di Iago Falque raccolte da pagineromaniste.it

Che cosa si può fare per riportare i tifosi allo stadio?
“Sono cose che si devono risolvere con altre persone. Noi possiamo solo dire che quando ci sono anche loro vicino al campo ci danno una spinta molto grande. Speriamo che presto si risolvano questi problemi, perché tutti insieme siamo più forti”.

Con Garcia eri titolare mentre con Spalletti hai giocato 93 minuti. Che cosa è successo con l’arrivo del nuovo allenatore?
“Nel calcio succede, a volte con un allenatore hai più fiducia e con un altro al momento no. Devo lavorare per guadagnarmi questa fiducia e ritornare ad avere lo spazio che avevo con Garcia”.

Come ha inciso Spalletti per farvi arrivare a questi risultati?
“Sta facendo un grande lavoro, adesso la squadra sta molto bene, stiamo giocando molto bene e stiamo ritrovando quello che avevamo fatto fino al derby d’andata. Fino a lì stavamo andando molto bene e ora stiamo ritrovando quella mentalità e speriamo di continuare fino alla fine e portare a casa gli obiettivi”.

Nel derby d’andata hai giocato da mezzala e Spalletti ha detto che ti vedi in quella posizione. Come ti trovi in questo ruolo?
“Mi piace tanto giocare mezzala e penso che è un ruolo che si adatta molto bene alle mie caratteristiche. Ho giocato lì anche quando mi ha messo contro l’Empoli e ho fatto bene. Il mister mi ha parlato e mi ha detto anche che posso fare l’esterno alto. Dove lui vuole io gioco”.

Dopo la vittoria contro la Juventus hai detto che l’obiettivo era lo scudetto. Quanta delusione c’è per come è andata la stagione?
“Sì, c’è delusione. Penso che avevamo la squadra per lottare fino alla fine, ma quando arriva un momento brutto e perdi qualche punto di troppo negli ultimi minuti, in partite vinte dove pareggi alla fine, perdi punti da quelli che vincono quasi sempre. Adesso lo svantaggio è troppo grande. Abbiamo cambiato gli obiettivi e quello principale è di giocare la Champions”.

Nel secondo posto non ci credete più?
“Sì. Se andiamo in Champions direttamente è molto meglio però quelli davanti perdono poco e non manca tanto alla fine. Però guardiamo quelli avanti e dobbiamo cercare di prenderli”.

Ti ritieni soddisfatto della tua avventura alla Roma?
“Eh… Diciamo per il momento no. Penso che posso dare quello che ho dato ad inizio stagione. Devo ritornare a quel livello perché l’ho dato e posso farlo. Però in quest’ultimo periodo non posso essere soddisfatto di come sta andando”.

Ora sei pienamente guarito ma quanto hanno influito i problemi al ginocchio sul tuo rendimento?
Ha influito tanto, ho perso tanta forza sul ginocchio e diciamo che adesso all’80% è guarito. Ogni tanto lo sento ancora un po’ però riesco a gestirlo bene, faccio gli allenamenti senza problemi e per un periodo è stato molto difficile”.

Adesso c’è il derby, che sensazioni hai?
“Molto buone, sensazioni molte buone, perché stiamo giocando molto bene e penso che siamo in una situazione migliore della loro, ma il derby dura 90 minuti ed è una partita diversa”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,