Roma, Ronaldo teme la sfida del Bernabeu

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

real-madrid-villarreal-cristiano-ronaldo_3209584
Non si fida della Roma
il campione portoghese Cristiano Ronaldo in vista della gara di ritorno degli ottavi di Champions League tra il suo Real Madrid ed i giallorossi. Nonostante il due a zero conquistato dalla formazione spagnola nel match di andata il portoghese non vuole cali di tensione nella gara che si disputerà al Santiago Bernabeu. Ronaldo ha parlato della sfida contro la Roma a margine di un evento pubblicitario in occasione della presentazione del suo nuovo profumo all’aeroporto di Madrid.
Le dichiarazioni di Ronaldo :  “Abbiamo fatto una buona gara a Roma – ha spiegato il campione portoghese – Partiamo con un bel margine di vantaggio, ma nel calcio non c’è mai da fidarsi. Dobbiamo vincere e giocare bene per passare alla fase successiva che è il nostro obiettivo. Vogliamo vincere la Champions League”.
A spingere Ronaldo a queste dichiarazioni probabilmente è stato anche il buon momento di forma della formazione di Luciano Spalletti reduce da sei vittorie di fila in campionato . La gara del Bernabeu, comunque, rimane un ostacolo molto impegnativo per la Roma e nonostante le parole di Ronaldo il Real Madrid parte con i favori del pronostico. L’attaccante del Real, nel corso della presentazione del suo profumo, ha fatto il punto anche sulla stagione della squadra spagnola che arranca nella Liga.
“Stiamo avendo una stagione difficile nella Liga e in Coppa siamo già stati eliminati. Però, come ho detto molte volte, siamo ancora in Champions. E’ qualcosa a cui puntiamo. Non è una coincidenza che il Real Madrid sia la squadra che ha vinto più Champions League. Noi ci crediamo, nulla è perduto e continuiamo a lavorare duro per poter vincere qualcosa a fine stagione”.
La chiosa Ronaldo la dedica poi a se stesso ed al segreto delle sue prestazioni che da anni si mantengono a livelli eccezionali.   “E’ il lavoro di tutti questi anni, di costanza e dedicazione. Anno dopo anno nulla cambia. Seguo sempre questa linea. Niente è coincidenza. Il talento non conta nulla se non lavori duro giorno dopo giorno. E’ quello che faccio sempre, non solo quest’anno, ma anche negli ultimi 10 anni. Il mio livello di gioco è quasi sempre uguale e i miei piani sono quelli di seguire sempre questa linea con il Real Madrid, conquistando trofei collettivi e individuali per far felici i miei tifosi. E’ questa la mia grande motivazione”.

Leggi anche:  Isco-Inter, il padre-agente: "C'è la volontà"

 

  •   
  •  
  •  
  •