Rompicapo Milan, Mihajlovic torna al 4-3-3

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Mihajlovic-1-770x470Settimana tribolata quella che sta vivendo il Milan di Sinisa Mihjlovic, dopo la confitta con il Sassuolo ci sono stati giorni di tante voci sul futuro del tecnico serbo, come praticamente avviene da inizio stagione. SINISA E’ SERENO.Mihajlovic ha dichiarato a Milan Channel di essere sereno e di lavorare per il presente e il futuro del Milan, frasi di circostanzz, ma è indubbio che qualcosa covi sotto le ceneri a Milanello. Prima del futuro remoto c’è da pensare a quello prossimo, futuro che sia chiama Chievo, il Milan sarà di scena al Bentegodi di Verona nel lunch match contro i gialloblu di Maran. MONTOLIVO NON CE LA FA. Mihajlovic, ancora una volta, dovrà fare i conti con qualche assenza, la più importante è quella di Riccardo Montolivo, il capitano rossonero soffre ancora al tendine d’Achille e salterà anche la trasferta di Verona. Torna Abate sulla fascia destra, dopo il turno di squalifica scontato contro il Sassuolo. TORNA IL 4-3-3. La novità più grossa riguarderà il modulo dei rossoneri, Mihajlovic sembra infatti aver deciso di abbandonare il 4-4-2 per tornata al 4-3-3, con Honda e Bonaventura ai lati di Carlos Bacca. Questo modulo è già stato  utilizzato in questa stagione, nel periodo tra ottobre e novembre, con discreti risualtati in fatto di punti, 11 in 6 partite. Questa scelta è dettata dall’infortunio di Niang e dallo scarso rendimento attuale di Balotelli e Menez, nessuno dei due è in grado di reggere per 90 minuti. LUIZ ADRIANO C’E’. Da giovedì è tornato ad allenarsi in gruppo Luiz Adriano, il brasiliano non gioca dal 26 gennaio, semifinale di andata di Coppa Italia contro l’Alessandria, ancora più lunga l’assenza in campionato, che dura dal 9 gennaio contro la Roma. Dopo la mancata cessione in Cina e tanti problemi fisici il brasiliano sembra recuperato, ma certo dopo la lunga assenza non gli si può chiedere di scendere in campo dal primo minuto contro il Chievo. Certo è che l’ex bomber dello Shakhtar Donetsk è stato il miglior partner offensivo stagionale di Bacca, Niang a parte, dovesse recuperare la miglior condizione sarebbe lui a fare coppia con il colombiano in questo finale di stagione.POLI E ROMAGNOLI. A centrocampo, out Montolivo, ci sarà spazio per Poli, sempre positivo in coppa Italia, che formerà il reparto insieme a Kucka e Bertolacci. In difesa tornerà Romagnoli dal primo minuto, l’ex romanista sarò affiancato da Alex, preferito al deludente Zapata di Reggio Emilia.
Mihajlovic deve ritrovare la squadra dei 9 risultati utili consecutivi, sfumata in un attimo al gol di Duncan al Mapei Stadium. Le altre davanti in classifica corrono e il Milan deve tenere il passo, altrimenti le lunghe ombre di Di Francesco, Brocchi,Sarri e di chi più ne ha più ne metta si allungheranno sempre più minacciose su Milanello e su Mihajlovic.

Leggi anche:  Serie A femminile, questo fine settimana si disputa la nona giornata
  •   
  •  
  •  
  •