Serie A: la lotta per la salvezza si fa sempre più agguerrita

Pubblicato il autore: andrea celesti Segui

toni salvezzaMancano esattamente nove giornate alla fine di questo campionato di Serie A, che anche quest’anno sta regalando tante emozioni agli appassionati. Se nella parte alta della classifica la sfida per lo scudetto sembra essere un affare di  Juventus e Napoli( con la Roma pronta ad approfittare di qualsiasi passo falso dei partenopei), nella parte bassa le cose appaiono diverse, con almeno sei squadre coinvolte nella lotta per la salvezza. Mentre alla fine della 24° giornata la distanza tra terzultima e quartultima era di 5 punti, ora è solamente di un punto, a dimostrazione di come la classifica si sia accorciata notevolmente in poche giornate. Se Sampdoria e Genoa sembrano ormai uscite dalle “zone a rischio”, ci sono squadre come Udinese e Atalanta che sono letteralmente sprofondate nei bassifondi della classifica, complice una crisi di gioco e di risultati.
Per quanto riguarda gli atalantini, ieri l’allenatore ha incontrato la società che gli ha confermato la fiducia. E’ chiaro che se i bergamaschi non faranno risultato in casa contro il Bologna, le cose potrebbero complicarsi per quanto riguarda il discorso salvezza, visti i quattro punti che li separano dalla zona retrocessione . E pensare che gli uomini di Reja un girone fa erano a pochi punti dall’Europa League, esprimevano un bel gioco, capace di mettere in difficoltà squadre molto più accreditate come la Roma(battuta all’Olimpico 2-0). Situazione analoga per l’Udinese, che dopo la sconfitta di domenica scorsa contro i giallorossi, ha esonerato Colantuono e lo ha sostituito con De Canio. Dopo diverse buone stagioni, quest’anno i friulani non sono mai riusciti ad imporsi(complici anche gli acquisti estivi non all’altezza e un Di Natale in fase calante) e dopo un girone d’andata passato nelle zone di metà classifica, nelle ultime partite le cose sono peggiorate e ora si trovano a soli quattro punti dal terzultimo posto. Toccherà proprio a De Canio dare una scossa alla squadra e farla uscire dalle “sabbie mobili”.
Discorso diverso per il Carpi, che nell’ultima giornata ha sconfitto il Frosinone per 2-1. Gli uomini di Castori, nonostante le cessioni di gennaio che hanno indebolito non poco la squadra, sono in un buon periodo di forma( tre pareggi e una vittoria nelle ultime quattro partite) e se dovessero continuare cosi la salvezza non sarebbe un’utopia. E’ chiaro che gli emiliani non devono adagiarsi troppo sugli allori, visto che per uscire dalla zona retrocessione ci vogliono ancora tanti punti e domenica c’è subito un’altra sfida decisiva contro il Verona. Da non sottovalutare gli uomini di Del Neri che, nonostante siano fermi a 19 punti all’ultimo posto in classifica, potrebbero ancora dire la loro in quest’ultima parte di stagione. I veneti adesso, dopo un un inizio di campionato disastroso che ha portato all’esonero di Mandorlini, sembrano in leggera ripresa e il pareggio di Firenze fa ben sperare per il futuro. Certo è che per il Verona ci vorrà un “miracolo” per raggiungere la salvezza, ma si sa che nel calcio tutto è possibile. Discorso a parte per il Palermo, che in questa stagione ha cambiato tanti allenatori e non è mai riuscito a trovare una stabilità alla guida tecnica. La squadra rosanero è stata affidata da poco a Novellino, che dovrà fare un gran lavoro per conquistare la salvezza e riuscire a riportare entusiasmo tra i tifosi. I siciliani, che hanno vissuto una stagione di alti e bassi,  si trovano ora solo ad un punto dalla zona “infernale” e già dalla prossima partita contro l’Empoli sono chiamati a fare risultato. Anche il Frosinone non può dormire sogni tranquilli, visto che si trova al terzultimo posto a quota 26 punti. Stellone ha fatto fin qui un discreto lavoro considerando gli uomini a sua disposizione, che mancano di esperienza per la massima categoria. Ciò che più preoccupa sono i gol subiti dalla squadra ciociara(ben 55 contro i 29 fatti), che però può consolarsi con il Sassuolo di due anni fa che, con le stesse reti al passivo, è riuscito a raggiungere la salvezza.
La prossima giornata potrebbe essere decisiva per alcune squadre in lotta per non retrocedere. Il match più importante in questo senso è sicuramente Hellas Verona-Carpi: le due formazioni si daranno battaglia fino all’ultimo minuto e passi falsi di Frosinone o Palermo potrebbero favorire chi uscirà vincitore dal Bentegodi. Nulla dunque è ancora deciso, tutte le squadre hanno ancora possibilità di salvarsi, starà ad ognuna di loro lottare con ogni forza fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata per dimostrare di meritare la massima serie.

Leggi anche:  Juventus, superato il Real Madrid: terza in classifica Ranking Uefa
  •   
  •  
  •  
  •