Torino-Juventus: 1-4. Gli errori condannano Rizzoli. Evidenti i “passaggi” chiave in un derby che avrebbe “meritato rispetto”

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

 

Fotoagenzia Bruno Peruzzini 30 Giornata Campionat0 Italiano di Calcio serie a 2015-2016.Torino-Juventus.Torino 20-03-2016.Nella Foto:arbitro rizzoli

Fotoagenzia Bruno Peruzzini 30 Giornata Campionat0 Italiano di Calcio serie a 2015-2016.Torino-Juventus.Torino 20-03-2016.Nella Foto:arbitro Rizzoli

Torino.Juventus, Gli errori condannano Rizzoli. Evidenti i “passaggi” chiave in un derby che avrebbe “meritato rispetto”

Se per la Juventus un record tira l’altro ed è chiaro che vanno riconosciuti tutti i meriti, considerato che i numeri dicono questo: 58 punti su 60 conquistati, 19 partite vinte ed un solo pareggio a Bologna,  il Torino oggi non può che recriminare gli errori gravi di Rizzoli.

Coi gol di Pogba, Khedira e Morata (doppietta) e primato di imbattibilità di Buffon che arriva superando Rossi che era a 929’ minuti, ma si è poi fermato comunque a 974’, per il rigore segnato da Belotti a inizio secondo tempo.

I passaggi chiave del derby

Nell’occasione del rigore, Alex Sandro deve prendere il secondo giallo per fallo su Bruno Peres, ma viene graziato dell’arbitro Rizzoli e questo non si capisce perché visto e considerato che il fallo c’è e ci sta tutto.

Sul 2-1 la Juventus soffre come ha dichiarato lo stesso Allegri subito dopo la gara, tant’è che subisce il 2-2 di Maxi Lopez che però viene annullato ingiustamente.

Il fuorigioco non c’è come si vede benissimo dalle immagini televisive.

Subito dopo Morata segna il 3-1 e la partita finisce lì

Riconoscendo i grandi meriti alla Juventus, sembra evidente un po a tutti senza essere eccessivi nel giudicare l’operato del direttore di gara, come alcuni passaggi del derby  risultano pesanti sullo svolgimento della partita visto e considerato che, se Rizzoli avesse sventolato il giallo a Sandro e non avesse annullato il gol di Max Lopez la gara poteva essere chiaramente quanto meno riaperta dal Torino.

Fotoagenzia Bruno Peruzzini 30 Giornata Campionat0 Italiano di Calcio serie a 2015-2016.Torino-Juventus.Torino 20-03-2016.Nella Foto:massimiliano allegri

Fotoagenzia Bruno Peruzzini 30 Giornata Campionat0 Italiano di Calcio serie a 2015-2016.Torino-Juventus.Torino 20-03-2016.Nella Foto:Massimiliano Allegri

Forse è altrettanto chiaro che tutto questo non lo potremmo mai sapere… ma la colpa non possiamo imputarla al Torino in quanto in questi episodi il Torino è chiaramente parte lesa e la Juventus dovrebbe ricordarlo visto che lo stesso danno si è perpetrato solo pochi giorni fa. Come al solito Allegri a fine partita non commenta gli errori arbitrali contro, mentre lo ha fatto in modo abbastanza chiaro dopo la sconfitta in Champions supportato anche dal Direttore Generale della Juventus Beppe Marotta usando le stesse parole del tecnico Ventura.

Mi chiedo e Vi chiedo: non sarebbe stato bello ammettere  gli errori da qualunque parte quando questi ci sono?  purtroppo si continuerà ancora a nascondere l’evidenza al di là del regolamento che ognuno interpreta a proprio piaciento. Coprire, occultare quello che ogni domenica succede non giova a nessuno, anche perchè decine di telecamere riprendono e poi tutti vedono e commentano, poi tutti a chiedersi  come mai cinque arbitri strapagati fanno finta di nulla per far cadere nel ridicolo il gioco più bello del mondo.

Fotoagenzia Bruno Peruzzini 19 Giornata Campionato Italiano di Calcio serie A 2015-2016 Torino-Empoli .Torino 10-01-2016.Nella Foto:ventura si arabbia

Fotoagenzia Bruno Peruzzini Nella foto Giampiero Ventura

LA DICHIARAZIONI DI FINE PARTITA DI MISTER VENTURA: “Il Toro Merita rispetto”

Giampiero Ventura non usa perifrasi: “Sono seccato. Di più: estremamente arrabbiato. Siamo qui a commentare una sconfitta per 4-1 nel derby, non un’amichevole, e chi non ha visto la partita non può nemmeno immaginare cosa sia successo. Lo dico senza tema di smentita: al 15′ del secondo tempo avremmo dovuto essere sul risultato di 2-2 e con un uomo in più sul campo. Perché nella circostanza del rigore su Bruno Peres il già ammonito AlexSandro avrebbe dovuto ricevere il secondo cartellino giallo, e le immagini hanno chiaramente dimostrato come fossero corrette le nostre impressioni in presa diretta: il gol di Maxi Lopezera regolarissimo. Nessuno può negarlo, questi sono i fatti. A quel punto la partita avrebbe potuto prendere un’altra piega, anche dal punto di vista psicologico, considerata la nostra rimonta e la possibile stanchezza della Juventus dopo gli sforzi di Champions League. E aggiungo che non capisco come abbia fatto Bonucci a non prendere la seconda ammonizione con tutti i falli commessi sui nostri attaccanti: per un intervento insignificante a centrocampo l’arbitro ha sventolato il giallo a Belotti”.

“Nei giorni scorsi ho letto e sentito la medesima dichiarazione, riferita alla classe arbitrale: l’Italia merita rispetto. Allora io dico: il Toro merita rispetto. Non chiediamo null’altro, solo che venga riconosciuto quel che ci spetta. Nei derby c’è toccato subire di tutto e di più, negli ultimi anni, ma quello che è successo oggi ha dell’incredibile. Nulla di personale contro il signorRizzoli, che considero uno dei migliori arbitri al mondo, però in trent’anni di carriera mai m’ero sentito così, dopo una partita. La Juve resta la squadra più forte del campionato, per suoi meriti e nostri demeriti all’intervallo vinceva 2-0. Ma nella ripresa siamo entrati in campo con ben altro piglio, abbiamo giocato da squadra, abbiamo prodotto e segnato due gol. E persino sul 3-1, dopo la prodezza di Morata, abbiamo creato i presupposti per accorciare le distanze, invece c’è stato quel provvidenziale salvataggio sulla linea sul tiro di Maxi Lopez. Ripeto: al 15′ del secondo tempo, sul 2-2 e in 11 contro 10, poi avremmo visto un’altra partita. Fa male perdere così. Molto male”. Fonte Torinofc.it

Leggi anche:  Dybala si tuffa e cerca il rigore in Benevento-Juventus? La dura reazione di Ziliani su Twitter

 IL TABELLINO

Torino- Juventus: 1-4 Morata e Pogba affondano il Torino. Nuovo record per Buffon. 974 minuti di imbattibilità.

Tabellino e Commento di Torino – Juventus: 1-4, le reti di Pogba al 34’, 42’ Khedira, 48’ Belotti, 62′ Morata, 68′ Belotti, 76′ Morata

Ammoniti: 16’ Alex Sandro, 19’ Acquah, 31’ Glik, 35’ Silva, 44’ Lichtsteiner, 49’ Bonucci
Espluso: 87′ Khedira.

Sostituzioni: 32’ esce Dybala entra Morata, 45’ esce Immobile entra Max Lopez, 50’ esce Lichtsteiner dentro Cuadrado, 76′ fuori Silva dentro Zappacosta, 78′ Fuori Benassi dentro Baselli

LE FORMAZIONI:

Torino (3-5-2): Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Peres, Acquah, Vives, Benassi, Silva, Immobile, Belotti. A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Molinaro, Obi, Bovo, Zappacosta, Farnerud, Lopez, Gazzi, Baselli, Martinez, Jansson. Allenatore: Giampiero Ventura.

Juventus (3-5-2): Buffon, Rugani, Bonucci, Barzagli, Lichtsteiner, Lemina, Khedira, Pogba, Sandro, Dybala, Mandzukic. A disposizione: Neto, Rubinho, Zaza, Morata, Hernanes, Cuadrado, Padoin, Asamoah, Sturaro, Evra, Pereyra. Allenatore: Massimiliano Allegri.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: "Senza giocatori esperti facciamo fatica"

 

  •   
  •  
  •  
  •