Udinese-Roma, Colantuono: “Bisogno del pubblico per superare difficoltà”

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

colant
Un momento difficile per l’Udinese, generalmente in queste situazioni il primo a pagarne le conseguenze è l’allenatore. “Non sento il mio futuro in bilico – afferma Colantuono – è una domanda che va fatta alla società, io posso parlare soltanto di calcio”.

Un Udinese che nel primo tempo è apparsa a tratti arrendevole e schierata senza troppo nesso logico in mezzo al campo. “Non volevamo dare punti di riferimento alla Roma – svela –  o concederle campo, dato che hanno grandi palleggiatori e sono capaci di attaccarti. La partita perlò si è messa subito in maniera sbagliata, così nella ripresa ho creduto che un attaccante di peso potesse avere maggiore incidenza offensiva. Ovviamente ha contato anche il timore verso un avversario che in questo momento mette in difficoltà chiunque”.

Leggi anche:  Un Ibrahimovic famelico...

La prestazione di Edenilson non ha certamente convinto. “L’ho messo perché avevo bisogno di qualcuno che ci desse una mano in fase di contenimento, in grado di contenere le folate dei terzini avversari, come Digne o Florenzi, e per ritrovare equilibrio dato che dall’altra parte avevamo Bruno. Ho rinunciato a Zapata dall’inizio perché è in fase di recupero”.

L’altro aspetto fondamentale che emerge da questo pomerigio è l’aperta contestazione di buona parte del pubblico, anche se appare più indirizzata verso la presidenza che nei confronti della gestione tecnica. “Mi dispiace del malumore dei tifosi, perché in questo momento abbiamo bisogno di loro e anche perché il pubblico di Udine si è sempre contraddistinto per pazienza e tranquillità. Stiamo lottando per non retrocedere e non siamo mai stati nelle ultime tre posizione, abbiamo avuto sempre un buon margine sulle altre, quindi abbiamo bisogno di aiuto”.

Leggi anche:  Infortunio Belotti, il Torino pronto a recuperare il Gallo: salterà la Coppa Italia, ma ci sarà con la Sampdoria

Colantuono sottolinea come la squadra abbia assoluto bisogno di un clima di tranquillità, in maniera da fare quadrato e ritrovare il bandolo della matassa. “In questo momento abbiamo delle importanti difficoltà mentali, una sorta di blocco. Inoltre avevamo contro un avversario particolare. Ci sono una serie di circostanze che non ci aiutano. Tra cui il clima. Questa squadra deve essere lasciata in pace per raggiungere determinati risultati. Ovvio che i tifosi abbiamo le loro ragioni, sarebbe bello ritrovare della compattezza per combattere tutti assieme”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,