Udinese-Roma, Spalletti: “Adesso mettere pressione al Napoli”

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

spalletti

Luciano Spalletti si presenta ai microfoni della sala stampa raggiante, dopo l’ottava vittoria che ha consentito alla Roma di consolidare il terzo posto sperando in un passo falso del Napoli per avvicinare il secondo gradino del podio.

La ripresa è stato certamente il momento più importante della gara, con l’Udinese che ha spinto sull’acceleratore e la Roma brava a contenere per poi punire letalmente. “Sono contento del secondo tempo perché abbiamo contenuto la loro reazione – dichiara il tecnico – nel primo tempo abbiamo sprecato troppe occasioni e quando tu non sfrutti determinate situazioni prima o poi ne paghi le conseguenze”.

I bianconeri hanno evidenziato grosse lacune: “Pensavo che fosse un Udinese dipendente dalle nostre qualità messe in campo, quindi da come noi proponevamo il gioco – rivela – Colantuono, con delle sostituzioni nella ripresa, è stato bravo e ha trovato delle scorciatoie adatte. L’ingresso di Pjanic ha messo le cose apposto, abbiamo avuto più possibilità di gestire il gioco. La musica è cambiata e due o tre giocate hanno fatto la differenze”. Poi una battuta sulla contestazione dei tifosi bianconeri: “Mi dispiace vedere il pubblico del Friuli arrabbiato – sottolinea – io ricordo un pubblico che riusciva a insegnare cose nuove nel calcio e trasferire la qualità di vita che avvolge questo posto. Sentire offendere i giocatori è una cosa nuova da queste parti e che la dice lunga sui modi da comportarsi che non vanno a braccetto con la bellezza di questo sport. Bisogna venire allo stadio per divertirsi e accettare il risultato – conclude – come è sempre stato nel calcio. Vedere che i tifosi offendono tutti mi fa molta tristezza”.

Leggi anche:  Gomez raggiunge quota 250 partite con la maglia dell'Atalanta. Il post di Papu su Instagram

Dopo otto vittorie è impossibile non chiedersi se sia possibile ripetere l’impresa delle undici vittorie consecutive della prima gestione Spalletti. “Bisogna stare attenti – dice –  perché quelle dietro corrono molto e noi dobbiamo continuare a vincere se vogliamo un margine di tranquillità e, se fosse possibile, togliere tranquillità al Napoli. Resta fondamentale l’impegno settimanale e oggi ci godiamo quello che è il comportamento di questi ultimi due mesi”.

Ultima battuta sul pubblico della Roma: “Oggi è stato bello vedere tutti quei tifosi percorrere tanti chilometri per sostenerci. Se si va insieme in questa direzione si andrà certamente lontano. Dobbiamo andare dritti verso un obiettivo e avere una visione finale”.

  •   
  •  
  •  
  •