Viareggio Cup: Spezia-Juventus e Inter-Palermo le semifinali

Pubblicato il autore: Andrea Chiavacci Segui

TorneoViareggio_title
Lo Spezia batte per 2-1 i campioni d’Italia Primavera allo Stadio Dei Pini e per la prima volta conquista le semifinali al torneo di Viareggio. Il finale però è da censura con una rissa in campo tra i 22 giovani contendenti. Sugli altri campi la Juventus supera 3-1 il Bologna e troverà in semifinale i liguri che hanno messo in vetrina il talentuoso nigeriano Okereke. A Paganico l’Inter supera 2-0 la Fiorentina e se la vedrà con il Palermo vincente in extremis sull’Entella grazie al gol di La Gumina che è capocannoniere con 5 reti assieme allo stesso Okerere e Filipovic dello Spezia e di Saporetti del Bologna.
Nel campo centrale di Viareggio si è assistito ad un match ricco di emozioni con le parate di Saloni che hanno lanciato in orbita i bianconeri. Spezia subito in vantaggio al 5′ : Candela sfonda a destra e crossa a centro area, Mantovani respinge al limite dell’area dove Maggiore può prendere la mira ed infilare Cucchietti con un gran destro al volo che va ad infilarsi nel sette. Il Torino reagisce e dopo aver reclamato un rigore per un mani della barriera su punizione di Zenuni, sfiora il pari al 13′ con un tiro a colpo sicuro di Tobaldo parato in due tempi da Saloni. Il portiere bianconero si ripete poco dopo su Berardi. Lo Spezia però sfiora il raddoppio con un bel lancio di Maggiore con Maione che anticipa di testa Cucchietti con palla fuori per un soffio. La gara non ha un momento di sosta e al 21′ Carissoni scende a destra e mette in mezzo per Tobaldo che viene preso in controtempo e Saloni non ha difficoltà nel far sua la sfera. Il Torino trova varchi a destra anche al 31′ quando Candellone la mette al centro dove Ianniello è in leggero ritardo per la deviazione vincente. Al 36′ arriva il meritato pareggio granata con un gran tiro dal limite di Carissoni con il mancino.
Nella ripresa lo Spezia parte di nuovo in maniera decisa e Okereke all’11’ si guadagna un rigore dopo aver fatto impazzire Friendelieb che lo mette giù. Dagli 11 metri lo stesso Okereke la mette dentro di potenza. Anche stavolta il Torino reagisce e Saloni salva prodigiosamente su Ianniello e soprattutto sul tiro ravvicinato di Candellone al 19′. I cambi spezzano un po’ il ritmo alla gara. Saloni compie l’ultima prodezza al 37′ sul nuovo entrato Compagno ben lanciato a rete dall’ottimo Carissoni. Al triplice fischio finale di Mei lo Spezia festeggia ma il Torino non ci sta e per un paio di minuti non si assiste a un bello spettacolo. Spezia comunque avanti con merito ma Torino che può recriminare per le tante occasioni sprecate anche per la bravura del portiere classe ’96. Adesso appuntamento al giorno di pasquetta per due semifinali che si preannunciano equilibrate anche se Juventus e Inter hanno i favori del pronostico.
SPEZIA 2
TORINO 1
Spezia( 3-5-2): Saloni; Terminello, Barbato, Schiattarella; Candela, Badiali, Antezza, Maggiore, Paljk ( 37′ pt Cito); Okerere, Maione ( 36′ stPaccagnini). A disp.: Fontana, Loho, Grieco, Demofonti, Faiola, Cecchetti, Mosti, Tardo, Sanchez, Ferri, Correa. All.: Gallo.
Torino(4-3-3): Cucchietti; Carissoni ( 40′ st Novello), Mantovani, Friedenlieb, Procopio  ; Zenuni( 20′ st Compagno), Tindo ( 20′ st Piccoli), Ianniello ( 20′ st Osei); Berardi ( 33′ st Gjuci), Candelone, Tobaldo (33′ st Traore). A disp.: Savatovic, Origli, Giraudo, Kouakou, Tassi, Auriletto, Stanghellini, Ianniello, Poggio. All.: Longo.

Leggi anche:  Maradona, la calciatrice spagnola Paula Dapena non rispetta il minuto di silenzio: "Era uno stupratore"

Arbitro: Mei di Pesaro. Assistenti: Vitaloni di Jesi-Salvatori di Pesaro).
Reti: 5′ pt Maggiore, 36′ Carissoni, 11′ st Okereke su rigore.
Note: ammoniti:  Berardi, Badiani. angoli: 1-4. Recupero: 1′ e 3′.

  •   
  •  
  •  
  •