34.ma Serie A, Juventus Lazio 3-0: le voci dei protagonisti

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
Juventus-Lazio
TORINO – Nel quarto ed ultimo turno infrasettimanale della stagione, corrispondente alla trentaquattresima giornata di Serie A, la Juventus liquida la pratica Lazio per 3 reti a 0. Bianconeri che fanno la partita e pericolosi sin da subito, andati spesso vicino al vantaggio. Apre le marcature Mandzukic al 41′ (corner di Pogba, il croato anticipa tutti e mette in rete), raddoppio di Dybala su rigore al 52′. Lo stesso argentino firma la sua doppietta personale tredici minuti più tardi, al 65′ (pregevole assist di Khedira, la Joya ribadisce a rete con un tocco forte e centrale). Per la Lazio, si segnala l’espulsione di Patrick per doppia ammonizione. Con la vittoria di questa sera, la squadra di Massimiliano Allegri ritorna a +9 sul Napoli e potrà festeggiare lo scudetto già lunedì prossimo in caso di sconfitta dei partenopei in casa della Roma.

Juventus Lazio 3-0: le voci dei protagonisti

PAULO DYBALA, ATTACCANTE JUVENTUS: “MI MANCAVA IL GOL, VOGLIO LO SCUDETTO GIA’ A FIRENZE” – Intervistato dai colleghi di Sky Sport, l’attaccante argentino commenta così la vittoria bianconera di questa sera contro la Lazio: “Contento di essere tornato al gol. Anche se ne ho sbagliato uno dentro la porta, poi ne sono arrivati due. Scudetto? Questa vittoria valeva il 90% dello stesso, vogliamo chiudere già domenica contro la Fiorentina”.

MASSIMILIANO ALLEGRI, ALLENATORE JUVENTUS: “OGGI PARTITA A RISCHIO, DOBBIAMO RICONFERMARCI A FIRENZE” – L’allenatore della Juventus, attraverso i microfono di Mediaset Premium, analizza così la prestazione della sua squadra: “Oggi era una partita a rischio, i ragazzi l’hanno però interpretata bene. Dobbiamo portare la squadra ad un livello in cui non c’è bisogno dell’allenatore per trovare stimoli. Potevamo fare meno fatica nel finale di partita, ma a volte chiedo forse troppo. Dybala ha ben chiaro ciò che vuole fare, e’ cresciuto molto perché è intelligente. Firenze? Dobbiamo fare una partita perfetta, il Franchi è un campo molto difficile. Mercato? Dobbiamo confermare questo gruppo, perché è un gruppo giovane e vogliamo fare bene in Champions League, che quest’anno ci è rimasta un po’ indigesta. Abbiamo fatto una rincorsa importante, ma dobbiamo continuare a migliorare. Sostituto di Marchisio? Abbiamo già Hernanes e Lemina per sostituirlo, ci possono dare molto”.

SIMONE INZAGHI, ALLENATORE LAZIO: “CI E’ MANCATA LA PERSONALITA'” – Ecco le parole dell’allenatore biancoceleste dopo la sconfitta subita in casa della Juventus. Intervista realizzata da Sky Sport: ““La gara è stata equilibrata nel primo tempo. La Juve ci ha lasciato il possesso, dovevamo avere più personalità. Poi se prendi gol e resti in 10 diventa impossibile. Dovevamo stare più attenti, Patric è stato troppo ingenuo. Il rigore per la Juve si poteva anche non dare, ma non cambia niente, avremmo perso comunque, dopo il rosso di Patric non c’era più storia. Felipe Anderson? Sta lavorando bene in settimana. Ha avuto la sua occasione. Il primo tempo è stato di possesso palla, ma è mancata la personalità, poi sul 2-0 è finito tutto. La Juve ha vinto 25 partite su 26, serviva qualcosa di straordinario. Sicuramente potevamo fare meglio, cerchiamo di ripartire. Sei punti in tre gare è un buon bottino, ora pensiamo alla Samp”.

  •   
  •  
  •  
  •