Daniele Rugani: ‘Allegri mi è sempre stato vicino. Da Barzagli, Bonucci e Chiellini prenderei…’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

 

COMO, ITALY - JUNE 04:  Daniele Rugani of Italy U21 controls the ball during Italy U21 training session at the club's training ground on June 4, 2015 in Appiano Gentile Como, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Intervistato da Sky Sport, Daniele Rugani ha toccato diversi argomenti, uno tra tutti i punti di forza di alcuni dei suoi compagni di squadra, ossia Barzagli, Bonucci e Chiellini. Alla domanda su cosa “ruberebbe” da ognuno di loro, ha detto: “Prenderei da Barzagli la sua attenzione, la concentrazione, la capacità di essere sempre sul pezzo facendo la cosa gisuta, una dota per i difensori molto importante. Da Bonucci prenderai la sua personalità, capacità di impostare il gioco anche sotto pressione, la sua tecnica. Da Chiellini prenderei l’aggressività, la cattiveria agonistica sull’uomo che mette sempre in campo. Penso che con questi giocatori che ti insegnano, farebbe il maggiore prototipo di difensore ideale. Io ho la fortuna di allenarmi con loro e cerco di prendere il più possibile in allenamento.”

Allegri lo ha voluto fin da subito nella Juventus, e ora vuole continuare a fare il massimo: “Sto vivendo questo momento con grande gioia e orgoglio. Per me è una soddisfazione essere stato scelto dal mister, adesso cerco di ripagarlo dando il meglio in campo. Ha sempre parlato tanto anche con me. Dicendomi di avere pazienza, di stare tranquillo. Allegri mi è stato sempre vicino.”

Un momento speciale per lui: “Il mio esordio in Champions League contro il Siviglia – racconta – Mi sono detto: è un sogno che si realizza, essere alla Juve e giocare su un palcoscenico del genere».

Infine sulla caccia allo scudetto, invita tutti i suoi compagni a non mollare la presa: “Mancano sei partite, gli avversari non mollano, ci sono ancora punti a disposizione e siamo chiamati a spingere sull’acceleratore fino alla fine. Forse Firenze sarà uno snodo fondamentale, ma anche prima giochiamo due partite in casa che ci potrebbero dare una grande spinta.”

  •   
  •  
  •  
  •