Barcellona Real Madrid Atletico Madrid: oggi terz’ultimo atto di una volata sempre più avvincente

Pubblicato il autore: davide castiglia Segui

Barcellona e Atletico Madrid 82, Real Madrid 81. Così recita la classifica della Liga spagnola destinata a decidersi in una volata appassionante e impronosticabile. Le tre sconfitte consecutive subite dai catalani nella prima metà di Aprile hanno permesso alle due compagini di Madrid di rifarsi sotto in classifica e a soli 270 minuti dalla fine tutto può ancora succedere.

La-Liga

ORE 16:00, REAL SOCIEDAD – REAL MADRID
Aprono le danze nel pomeriggio gli uomini di Zidane, attesi dalla trasferta nei Paesi Baschi contro la Real Sociedad. Partita non facile resa ancora più complicata dalla sequenza di gare importanti e dispendiose nel giro di una sola settimana. Infatti il match di questo pomeriggio si pone in mezzo alla doppia sfida di semifinale di Champions League col Manchester City e, dopo lo 0-0 dell’andata, il ritorno casalingo sarà tutt’altro che una passeggiata per i blancos.
In vista dell’importantissima partita di mercoledì, Zidane potrebbe far riposare qualcuno dei titolari: oltre agli acciaccati Cristiano Ronaldo, Benzema e Jesé potrebbero riposare Kroos e Carvajal. In attacco, oltre a Bale, spazio a Lucas Vazquez e al canterano Mayoral.

ORE 18:15, ATLETICO MADRID – RAYO VALLECANO
Discorso analogo a quello dei cugini madrilisti si può fare anche per la squadra di Simeone. Dopo l’entusiasmante vittoria contro il Bayern Monaco per 1-0, l’Atletico sarà chiamato all’impresa di resistere agli assalti del tedeschi nel match di ritorno di martedì sera e avrà bisogno di ripetere la partita tatticamente perfetta dell’andata per riuscirci.
I colchoneros dovranno fare però particolare attenzione al match di quest’oggi: oltre ad essere un derby, il Rayo Vallecano si presenterà al Vicente Calderon con l’ardente bisogno di fare risultato avendo solo 2 punti di vantaggio sul terz’ultimo posto che significherebbe retrocessione. Per questo Simeone, nonostante possa pagare gli sforzi delle tante partite ravvicinate, dovrebbe affidarsi alla formazione tipo con Ferreira Carrasco sulla fascia sinistra e la coppia d’attacco composta da Fernando Torres e Griezmann

ORE 20:30, BETIS SIVIGLIA – BARCELLONA
I catalani potrebbero approfittare del fatto di essere l’unica delle 3 pretendenti a non avere più impegni infrasettimanali. Dopo un periodo di appannamento, che ha portato 3 sconfitte consecutive in campionato e l’eliminazione dalla Champions League nei quarti di finale, gli uomini di Luis Enrique vengono da due successi consecutivi con 14 gol fatti e 0 subiti. Grande protagonista il centravanti uruguayano Luis Suarez autore di 8 gol in 180 minuti; con 34 reti in 35 partite, per lui il titolo di Pichichi (così si è soliti chiamare il capocannoniere della Liga) è ormai a un passo e i recenti problemi fisici di CR7 sembrano chiudere ogni possibilità di recupero per il portoghese.
La trasferta di Siviglia non dovrebbe creare grossi problemi a Messi e compagni. Infatti il Betis con 41 punti in classifica è ormai certo della permanenza nella serie A spagnola anche per la prossima stagione, quindi potrebbero venire un pò a mancare le motivazioni per la squadra di Juan Merino. Luis Enrique dal canto suo non si fida che questo possa accadere: “Loro sono salvi, in base alla mia esperienza so che questo può essere uno stimolo oppure avere un effetto contrario, ma a noi non interessa perché abbiamo l’obbligo di vincere”. Protagonisti attesi del match ovviamente il trio delle meraviglie dei blaugrana Messi, Suarez e Neymar.

  •   
  •  
  •  
  •