Campionato Primavera : Roma alle finali, l’Entella stupisce ancora

Pubblicato il autore: Alessandro Cipolla Segui

campionato primavera squalificati diffidati

Entra nella sulla fase più calda il Campionato Primavera Tim. Dopo la sosta per il Torneo di Viareggio, vinto dalla Juventus che ha superato in finale il Palermo, ecco che ritorna il campionato con la ventitreesima giornata in programma, anche se comunque sono state diverse le partite rimandate e quindi il programma è risultato abbastanza incompleto. Tanti comunque gli spunti interessanti che le partite dispute hanno fornito, ad iniziare dalla Roma che è la prima squadra ad assicurarsi un posto nelle Final Eight, un risultato meritato per la squadra di Alberto De Rossi che non ha partecipato al Torneo di Viareggio, così come i cugini della Lazio, ma si è fatta comunque valere in Europa con un ottimo cammino in Youth League, segno che il lavoro svolto a Trigoria è ottimo come sempre. Per il resto solita bagarre per accaparrarsi un posto al solo, con il Campionato Primavera che ricordiamo è basato su tre gironi da sedici squadre ognuno (tutte quelle che partecipano alla Serie A e Serie B) dove le prime due di ogni raggruppamento accedono direttamente alle Final Eight. Gli altri due posti vengono assegnati alle vincitrici dei playoff tra le terze e quarte classificate di ogni girone più le due migliori quinte.

GIRONE A : sono tre in questo raggruppamento le partite che non si sono disputate ovvero Sassuolo – Pro Vercelli, Trapani – Spezia e Carpi – Torino. Continua la marcia vincente dello strano duo di testa formato da Juventus e Virtus Entella. Ai bianconeri basta un rigore del gioiellino Vadalà per piegare un ostico Novara, che esce comunque da Vinovo con l’onore delle armi e che probabilmente alla fine avrebbe meritato anche il pari. I liguri invece continuano a stupire rifilando una secca manita al Modena portandosi rispettivamente a +5 e +7 da Fiorentina e Torino, con i viola che devono recuperare una partita e i granata ben due. Con il Sassuolo fermo ne approfitta la Sampdoria che batte per 2-1 il Livorno e avvicina i neroverdi al quinto posto, distanti ora solo un punto.

GIRONE B : ferma l’Inter, ora ex capilista, che non ha giocato a Salerno, continuano a navigare a vele spiegate Milan e Atalanta. i rossoneri sono la nuova capolista grazie al rotondo successo per 4-0 in casa contro il Brescia, mentre gli orobici vincono per due reti ad una a Vicenza e agganciano al secondo posto l’Inter che naturalmente ha una partita in meno. Finisce a reti inviolate il derby di Verona tra l’Hellas e il Chievo e tira un sospiro di sollievo il Cagliari, da dimenticare il girone di ritorno per i sardi, che perdono per 2-1 a Cesena ma che riescono a mantenere il quarto posto.

GIRONE C : la Roma è esagerata e festeggia l’ingresso nella final eight con un roboante successo per 7-0 con il Crotone che con questa sconfitta può dire avvio ad ogni sogni di gloria. Fermo il Palermo, ma anche per i rosanero il traguardo è vicino, che non ha giocato a Lanciano, importante vittoria per la Lazio che sbanca il campo della Ternana ma deve salutare il proprio mister Simone Inzaghi, passato a dirigere fino a fine stagione la prima squadra. Per il quarto posto ( il quinto al momento non garantirebbe l’accesso alle finali) è bagarre piena. Ritorna a far punti l’Empoli che passa a Bari e supera il Frosinone, sconfitto a Napoli, piombando al quarto posto, pari a suon di gol invece tra Ascoli e Pescara con entrambe le formazioni che comunque sono ancora a contatto con la zona playoff, a patto di non sbagliare nulla nelle prossime tre ultime partite.

  •   
  •  
  •  
  •