Champions League, Zidane sprona il Real Madrid: “Voglio il 150% contro il City”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

zidane
Si chiama Manchester City l’ostacolo tra il Real Madrid di Zinedine Zidane e la finale di Champions League del prossimo 28 maggio a Milano.
Dopo l’incredibile rimonta dei quarti di finale contro il Wolfsburg, stasera all’Etihad Stadium di Manchester l’allenatore francese in campo vuole il massimo dai suoi ragazzi: “Si tratta di una semifinale di Champions League, dobbiamo dare il 150%. In una partita può succedere di tutto, la prepari bene e magari succede qualcosa che ti rovina i piani. Abbiamo a disposizione due partite per passare il turno, ma già da stasera dobbiamo dare il massimo contro un avversario difficile in un campo ostico”.
Sulle possibilità del suo Real di passare il turno, Zidane non si sbilancia: “La possibilità di passare il turno e arrivare in finale è del 50%, ma la nostra idea è sempre quella di andare a vincere qualsiasi partita. Proveremo a segnare quanti più gol è possibile e a concedere pochissimo, quando si gioca fuori casa è importante non far segnare gli avversari. L’importante è restare uniti e concentrati, solo così possiamo fare bene. La squadra è molto motivata, vedo la stessa concentrazione dell’anno in cui abbiamo vinto la decima”.
Guai però a sottovalutare il City di Pellegrini, che in questa Champions ha vinto il girone D con Juventus, Siviglia e Monchengladbach, e ha eliminato la Dinamo Kiev agli ottavi e il Psg ai quarti: “Il Manchester City è una squadra che può farti male in qualsiasi momento. Cercheremo di difenderci in maniera ordinata quando loro avranno il possesso del pallone e di ripartire in contropiede punendoli. Bisogna fare attenzione a De Bruyne, sta attraversando un ottimo momento di forma, è un ottimo giocatore e sta dimostrando tutto il suo valore da quando è arrivato in Inghilterra. Lui ed Aguero hanno davvero un’ottima intesa”.

BALE – Anche Gareth Bale non vede l’ora di affrontare il City, magari non ripetendo gli errori della trasferta di Wolfsburg: “Abbiamo rivisto la partita e gli errori commessi, dobbiamo imparare ad essere pazienti senza riversarci tutti in avanti, dobbiamo restare uniti e concentrati perchè queste sfide durano 180 minuti. Il City non si trova qui per caso, è una delle squadre più forti della Premier e d’Europa. Ma noi siamo il Real Madrid, vogliamo dimostrare di essere un gruppo unito e se giochiamo come sappiamo non avremo difficoltà ad arrivare in finale”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Diletta Leotta, addio a DAZN: al suo posto arriva una giornalista di Mediaset