Crisi Inter, parla Moratti: “La Champions? Mah…”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

crisi interI tifosi interisti possono tirare un sospiro si sollievo, nonostante la crisi Inter Moratti è presente, e proprio dopo la batosta, l’ennesima in questa stagione, contro il Torino al Meazza si è sentito in dovere di prendere la parola per rassicurare i tifosi, spiegando che lui c’è, è non ha la minima intenzione di vendere le proprie quote.
Anche per colui che rimane nel cuore di molti tifosi interisti come l’unico e solo Presidente la Champions è ormai un miraggio, ovvero qualcosa che si è sognata per diverse settimane ma che ora è definitivamente scomparsa sotto i due colpi di corna ben assestati di un Grande Torino, che nonostante sia stato orfano della stella Immobile è riuscito a dominare l’Inter sul proprio terreno di gioco e sotto gli occhi di un pubblico ostile che sognava una vittoria che avrebbe fatto nutrire ancora speranze Champions.
Il sogno è ora finito, e rimane la realtà, una realtà senza dubbio brutta, dove al posto del neroazzurro è rimasto solo il nero, di un’annata da dimenticare che ormai ha poco da chiedere se non il quarto posto, e quindi l’accesso diretto all’Europa League.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

“Ci aspettavamo un risultato diverso, è stata una gara storta, nella quale abbiamo avuto anche sfortuna e ci è stato fischiato contro un rigore forse fasullo”.

Parole realistiche ma anche recriminatorie di un Presidente, ovvero un ex presidente, che ha sempre difeso la sua squadra, da tifoso, da amministratore e da Presidente, in uno stile paternalistico che lo ha fatto amare da tutti i giocatori e da tutti i tifosi. Purtroppo la situazione degli ultimi anni, ovvero quelli che hanno seguito l’addio di Leonardo, ultimo allenatore vincete dopo l’addio di Mourinho, sono stati non brutti, ma letteralmente da incubo per dei tifosi che pur se sono sempre stati abituati a soffrire, si erano comunque abituati a lottare per il titolo con Simoni e Cuper, e a vincere con Mancini, Mourinho e Leonardo.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Empoli Bologna: diretta tv e streaming DAZN o Sky?

Crisi Inter: Moratti vuole andare avanti

crisi interDavanti alla crisi più nera però il capitano della nave non si tira indietro, anzi decide di riprendere il timone in prima persona, parlando lui ed esponendosi lui con i media, anche se solo come azionista di minoranza e non più come Patron.

“Io voglio andare avanti e rinforzare il club sul piano degli accordi tra azionisti. Thohir mi racconta di movimenti societari, ma non se ne vedono di importanti all’orizzonte. Io sono favorevole a tutto quello che può rafforzare il club, anche se prima deve esserci buon accordo tra me e Thohir. E questo, comunque, c’è”.

Si va avanti quindi a vele spiegate con il connubio Moratti-Thohir, un connubio che col tempo si spera possa diventare vincente, per adesso i numeri economici parlano chiaro, ovvero tutti i giocatori comprati, eccezion fatta per il francese Kondogbia, ora valgono di più, a dimostrazione che il capitale umano dell’Inter si è autoriprodotto e non è affatto sceso. Questo merito deve essere attribuito a Roberto Mancini, che anche se con tante difficoltà e forse poca lucentezza, ha saputo saputo creare un gruppo che sarà la base per un progetto futuro.

  •   
  •  
  •  
  •