Donnarumma in Francia? Ora si può!

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

donnarumma
Donnarumma, il diciassettenne portiere rossonero, si candida come possibile alternativa per l’Europeo francese di quest’estate. L’infortunio al ginocchio di Mattia Perin costringerà lo sfortunato numero uno del Grifone al forfait, questo il comunicato emesso in mattinata dai rossoblu.
“Il Genoa Cricket and Football Club comunica che gli accertamenti a cui è stato sottoposto Mattia Perin hanno evidenziato una rottura del legamento crociato anteriore con interessamento meniscale esterno del ginocchio destro. Nella giornata di domani, mercoledì 13 aprile, Perin sarà operato dal professor Pier Paolo Mariani presso la Clinica Villa Stuart”.
Davvero una brutta botta per Conte e per il Genoa, ma ora chi prenderà il posto di Mattia? Sirigu diventa il dodicesimo, ma sul nome del terzo portiere c’è ancora tanta incertezza. Non è mai stato provato altro giocatore al di fuori di Buffon, Perin e Sirigu, per questo la bagarre sarà molto incerta.
Donnarumma potrebbe essere la sorpresa, il nuovo che avanza. Com’è risaputo, il terzo portiere ricopre un ruolo particolare, parte già con la consapevolezza di aver ben poche possibilità di vedere il campo. Praticamente zero.
E’ quasi un talismano, una scelta dettata più dall’affetto. Lippi in Germania si portò dietro il fido Peruzzi: più un secondo allenatore che un giocatore.
Solitamente si sceglie o un giovane o un senatore, per questo ci sbilanciamo nel dire che Donnarumma potrebbe benissimo venir convocato per la spedizione francese.
Marchetti sembra l’alternativa più logica, dopo di lui Consigli e in terza fascia il granata Padelli. Anche se le loro candidature non sembrano poi così convincenti, un po’ per problemi fisici, un po’ per inesperienza, un po’ per un rendimento individuale e di club non proprio impeccabile.
Donnarumma è un giovanissimo ma vive già da qualche mese la responsabilità di vestire l’azzurro. La gavetta con l’under 21 di Gigi Di Biagio potrà avere un certo peso per la decisione finale, a 17 anni e 28 giorni è stato il più giovane esordiente con gli azzurrini. Mica da tutti.
Per il ragazzo potrebbe realizzarsi davvero il sogno di sempre: ovvero la possibilità di condividere l’avventura francese al fianco dell’idolo Gigi Buffon. Un’ulteriore possibilità di crescita, un nuovo record da battere. Però Marchetti, Consigli e Padelli non sembrano d’accordo.

  •   
  •  
  •  
  •