Europa League, Klopp: “Non è finita, aspettiamo il ritorno ad Anfield”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

klopp
Jurgen Klopp non si dispera e crede nell’ennesima rimonta del suo Liverpool in questa stagione di Europa League.
I Reds infatti saranno chiamati ad una nuova impresa ad Anfield giovedi prossimo contro il sorprendente Villareal di Marcelino, imbattuto da 12 gare in Europa e quarta forza del campionato spagnolo.
Nonostante la sconfitta arrivata nel recupero, Klopp ha elogiato la prestazione dei suoi: “Sono soddisfatto della prestazione, in alcuni tratti della partita abbiamo dominato il gioco. Tutto quello che non sapevamo sul Villareal ora lo sappiamo, sono davvero una buona squadra. Ma lo siamo anche noi, e lo abbiamo dimostrato facendo il nostro gioco anche in trasferta. Peccato per il gol incassato al 92′ in contropiede, è un peccato, non dovrebbe accadere. Ma è soltanto il primo round, quando intorno a me gli altri festeggiavano ho pensato ‘Mi dispiace ma non è ancora finita, dovete ancora venire ad Anfield’. Noi ci faremo trovare pronti”.
Il tecnico tedesco ha provato ad analizzare gli errori della sua squadra e i pregi degli avversari: “Dovevamo essere pazienti, giocare aprendo il gioco sulle fasce e tra le linee, come bisognava fare contro questa squadra. Non volevamo subire gol ma è successo, non pensavo che il Villareal si sarebbe accontentato dello 0-0. Abbiamo commesso un errore sul gol subito, ma bisogna accettarlo e rispondere sul campo davanti ai nostri tifosi. Loro sono davvero forti in contropiede, e noi abbiamo bisogno di segnare nella gara di ritorno quindi un contro-attacco potrebbe rivelarsi la mossa giusta”.
Il Liverpool giovedi prossimo sarà sospinto dal suo 12° uomo in campo, lo stadio di Anfield, e questo per Klopp è senz’altro un fattore favorevole per i suoi ragazzi: “Ci prenderemo la nostra rivincita, non vediamo l’ora di giocarcela in casa nel nostro stadio e sfruttare il nostro ottimo periodo di forma. Giocheremo però un calcio diverso, dobbiamo modificare alcune cose e trovare soluzioni per altre visto che conosciamo meglio il nostro avversario. Anche loro hanno imparato più cose su di noi, e abbiamo guadagnato il loro rispetto. Prima eravamo solo una grande squadra inglese con poca qualità, adesso invece siamo migliorati e proveremo a fare l’impresa”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?