Fiorentina Juventus, Della Valle analizza gli errori arbitrali

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

dellavalle_0

La partita del Franchi tra Fiorentina Juventus ha regalato emozioni a non finire con un risultato in bilico fino alla fine. Una super parata di Buffon sul penalty tirato da Kalinic ha permesso ai bianconeri di vincere la partita con buone possibilità di vincere da oggi lo scudetto qualora il Napoli non batta la Roma. La gara tra Fiorentina Juventus è stata però condizionata anche da molti errori arbitrali, sia da parte che dall’altra. Un gol annullato per parte nel corso del primo tempo, prima Khedira viene fermato ingiustamente, poi Tagliavento fischia un fuorigioco inesistente che vanifica il vantaggio di Bernardeschi. Le immagini della moviola, come riportato da Sportmediaset,  hanno mostrato che l’ex Crotone era partito in posizione regolare. Un altro errore commesso dal fischietto di Terni è stato quello di non fischiare la netta trattenuta di Rugani su Alonso in piena area di rigore. Le immagini hanno chiaramente messo in luce l’evidente allungamento della maglia del giocatore della Fiorentina. Nel secondo tempo di Fiorentina Juventus gli errori sono stati commessi ai danni della Vecchia Signora: Tagliavento non punisce Gonzalo Rodriguez, già ammonito, dopo un brutto intervento ai danni di Morata. Il calcio di rigore concesso alla Fiorentina per il contatto Cuadrado Kalinic era inesistente, il contatto tra i due giocatori non era falloso. Andrea Della Valle a fine partita ha così analizzato gli errori arbitrali: “L’arbitro? Gli errori ci stanno questa sera. Nel secondo tempo abbiamo messo in campo orgoglio e rabbia. Quando però vedi errori come questi non si deve colpevolizzare troppo la terna”. Non solo gli errori arbitrali in Fiorentina Juventus. Il patron della viola ha poi parlato del futuro del club, del futuro del mister Paulo Sousa e della partita disputata della sua squadra contro la Vecchia Signora: “Adesso abbiamo l’obiettivo di tenere lontano il Milan: poi a fine campionato cercheremo di tracciare il nostro futuro insieme. Quest’anno abbiamo perso tanti punti con squadre pericolanti, questo è il calcio. Vogliamo fare una Fiorentina sempre più forte per lottare per l’Europa e magari qualcosa in più. La squadra merita di confermarsi in Europa e questo è un obiettivo che non è stato ancora raggiunto. A fine anno ci rivedremo per vedere come programmare la prossima stagione. Dobbiamo ripartire dalla stupenda Fiorentina che ha giocato contro la Juventus; abbiamo messo in difficoltà una grande squadra e la Juve per gran parte della partita ha sofferto. Dobbiamo essere orgogliosi di questo gruppo. Dobbiamo ripartire da questo: non ho visto alcuna frattura tra noi ed il mister, tra cene e contro-cene, cerchiamo di blindare l’Europa e ripartiamo insieme. Ripartiamo dall’orgoglio che ha messo in campo la squadra e cerchiamo di fare più punti possibile nelle ultime tre giornate. I tifosi hanno ribadito la vicinanza alla nostra squadra ed hanno ribadito ai ragazzi l’importanza della partita. Dobbiamo tirare fuori la positività che questa squadra ci ha fatto sempre vedere. Speriamo di migliorare nella prossima stagione, cercando di capire perché con le piccole si sono fatte pochi punti. Dobbiamo arrivare almeno quinti in questa stagione, speriamo di aver chiuso il discorso europeo”.

  •   
  •  
  •  
  •