Il Bayern vola in finale di Coppa di Germania, ma scoppia il caso Vidal

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

vidal
Il Bayern Monaco vince la semifinale di Coppa di Germania contro il Werder Brema per 2-0 grazie alla doppietta di Thomas Muller e per Pep Guardiola rimane in piedi l’ipotesi “triplete” prima di lasciare la panchina dei bavaresi con la vittoria del campionato ormai scontata, la semifinale di Champions da giocare contro l’Atletico Madrid e la prossima finale di DFB-Pokal da disputare tra un mese.
All’Allianz Arena il tecnico spagnolo manda in campo i titolarissimi per centrare la quarta finale degli ultimi 5 anni, schierando uno spregiudicato 4-1-4-1 con Ribery, Gotze, Muller e Coman alle spalle di Lewandowski: al 30′ arriva il vantaggio dei bavaresi con il calcio d’angolo di Xabi Alonso che trova la perfetta incornata di Thomas Muller che batte Wiedwald.
Nel finale di primo tempo ancora Muller sfiora il raddoppio con un diagonale che si spegne di poco a lato, mentre sul fronte opposto Neuer in uscita serve involontariamente Yatabare che a porta sguarnita non riesce a trovare il pareggio tirando comodamente tra le braccia del portierone del Bayern.
Nella ripresa gli ospiti pareggiano grazie all’autogol di Alaba, ma l’arbitro Stieler annulla giustamente per una carica di Bartels sul difensore austriaco. Guardiola vede il suo Bayern in difficoltà e rinfoltisce il centrocampo con Thiago Alcantara e Vidal, e proprio il cileno si rende protagonista due minuti dopo il suo ingresso in campo al 67′: Lewandowski sulla trequarti vede l’inserimento di Vidal che entrato in area viene atterrato da Sternberg. Per l’arbitro è calcio di rigore, ma il replay mostra chiaramente che non c’è alcun tocco tra i due. Dal dischetto va lo specialista Muller che spiazza Wiedwald e segna la sua doppietta personale.
I bavaresi conquistano così il pass per la finale all’Olympiastadion di Berlino del prossimo 21 maggio dove incontreranno la vincente dell’altra semifinale Hertha Berlino-Borussia Dortmund e proveranno a conquistare la 18ª DFB-Pokal della loro storia.

IL CASO VIDAL – Ma a tenere banco in casa Bayern è il caso Vidal. Alla dirigenza e al resto della squadra non è piaciuta la simulazione del cileno che ha spianato la strada verso la finale di Coppa, come lasciano intendere le parole di Muller: “Dal campo il fallo sembrava netto, ma in realtà il difensore non lo tocca. Non ci sono scuse, è stata una simulazione. Fosse accaduto contro di noi mi sarei innervosito”. Anche l’arbitro Stieler a fine partita si è scusato con i tifosi e i calciatori del Werder ammettendo l’errore.
E tutta la stampa tedesca ora chiede la squalifica con la prova tv per Vidal, che così rischierebbe di saltare la finale di Berlino.

  •   
  •  
  •  
  •