Inzaghi contro Mancini: ”Spero di diventare come lui”

Pubblicato il autore: Davide Serioli Segui
Simone Inzaghi

Simone Inzaghi

Inzaghi contro Mancini, sarà questa la sfida che andrà in scena tra due ex-compagni di squadra della Lazio, che ancora oggi si ammirano e rispettano.
Questa volta però i due non saranno compagni, bensì avversari poiché i due occupano rispettivamente i ruoli di tecnici di Lazio e Inter che si affronteranno Domenica sera alle 20.45 allo stadio Olimpico di Roma.

Parole al miele quelle confessate da Inzaghi nei confronti di Mancini a cui Simone riconosce tutti i meriti del suo arrivo alla Lazio da giocatore: ”Convinse lui Eriksson e Cragnotti a portarmi alla Lazio”.
Un Inzaghi euforico e combattivo quello pronto a rincontrare Mancini come avversario: “La cosa più bella sarà proprio rivedere Roberto, sono felice di affrontarlo la prima volta come allenatore. Per noi il match di domani conta molto: dovremo fare la partita perfetta e abbiamo dimostrato di poterlo fare. Dispiace molto per la sconfitta di Domenica a Genova: non mi era mai capitato di perdere una partita così, ma dobbiamo credere ancora nell’Europa”.

Leggi anche:  Francia, Giroud mirino Milan: “Non sono finito, ho l’ambizione di un 20enne”

La Lazio quella vista quest’anno non è risultata sicuramente all’altezza delle aspettative di inizio stagione.
Dopo la sconfitta subita nei preliminari di Champions League a favore del Bayer Lerverkusen, i biancocelesti non sono mai riusciti a dare una vera scossa al campionato.
Al momento sono attardati di 5 punti dal Milan che occupa l’ultima casella a disposizione per accedere preliminari di Europa League.
Un obiettivo che ancora non è scomparso del tutto per la squadra di Inzaghi, ma che però appare di difficile realizzazione guardando anche alla disastrosa stagione compiuta dalla sua squadra e coincisa con l’esonero di Mr. Pioli.

Per continuare a questa rincorsa al sesto posto è indispensabile per Inzaghi ottenere i tre punti contro l’amico Mancini al quale ammette di ispirarsi: ”Spero di arrivare al suo livello, stiamo prendendo in considerazione un grande modello”.
Inzaghi ha poi lasciato un commento a riguardo della difficile stagione che la sua squadra sta vivendo, squadra di cui lui ne era diventato una bandiera da calciatore: ”vincendo a Genova l’entusiasmo sarebbe tornato, dobbiamo portare motivazioni, abbiamo tutte le possibilità di riportare la gente allo stadio, sappiamo quanto i tifosi amano questa squadra”.
Tifosi che per quasi tutta la durata del campionato hanno disertato la propria presenza all’interno dello stadio Olimpico a causa delle pessime prestazioni offerte dalla squadra.
Inzaghi si gioca la riconferma contro l’ex-compagno Mancini e con alcune assenze che rischiano di condizionare il risultato finale del match, quali gli infortuni di Biglia, Parolo e Matri, mentre Klose dovrebbe essere recuperato per la partita.

  •   
  •  
  •  
  •