Lazio, esonerato Pioli: Simone Inzaghi al suo posto

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


Il presidente della Lazio Claudio Lotito in serata, ha deciso di esonerare Stefano Pioli, il tecnico di Parma è stato sollevato dell’incarico di allenatore della Lazio, dopo la pesante sconfitta nel derby contro la Roma perso per 4-1. Al suo posto è stato promosso Simone Inzaghi, da molti anni allenatore della primavera biancoceleste.

L’atmosfera in casa biancoceleste era pesante da molto tempo, la tifoseria biancoceleste è in aperta contestazione da anni ormai, principalmente con il presidente Lotito, oggi a parte la sconfitta nel derby, che non è mai una partita come le altre, gli spalti dello stadio Olimpico erano veramente uno spettacolo desolante, con soli 30000 persone presenti, ovviamente i motivi sono molti, ma è un dato che fa riflettere.

A peggiorare la situazione in casa laziale, la durissima contestazione dei tifosi biancocelesti che si sono riversati a Formello, dopo la sconfitta nel derby, provocando anche alcuni scontri che purtroppo hanno registrato, il ferimento di un agente di polizia a causa del lancio di mattoni e sassi da parte di alcuni teppisti, in risposta all’azione della polizia e al lancio di lacrimogeni per disperdere la folla.

Leggi anche:  Inter cooperativa del goal: ogni reparto dà il contributo

Pioli lascia la panchina della Lazio dopo quasi 2 anni, la scorsa stagione fece grandissime cose, ottenendo il terzo posto in campionato e la finale di Coppa Italia persa all’Olimpico solo ai supplementari contro la Juventus.
In questa stagione invece molte battute d’arresto e una delusione dopo l’altra, ad inizio stagione in Agosto, la sua Lazio perde la Supercoppa contro la Juventus per 2-0, poi eliminazione anche dai preliminari di Champions League, contro il Bayer Leverkusen.
Stagione iniziata quindi in maniera negativa, proseguita pure peggio con la Lazio sempre in difficoltà, mai tra le prime in classifica e in lotta per i posti europei, poi l’eliminazione in Europa League ad opera dello Sparta Praga, che probabilmente ha segnato il suo destino sulla panchina biancoceleste. Oggi l’epilogo con la sonante sconfitta contro la Roma, chiude la sua avventura con la Lazio.

Leggi anche:  Brasileirão: l’Internacional umilia e sorpassa in vetta il San Paolo

Il suo posto sarà preso da Simone Inzaghi che compirà 40 anni il 5 di Aprile, già da domani inizierà il suo lavoro, con la squadra in ritiro a Norcia, per cercare di chiudere in modo dignitoso, una stagione totalmente negativa.

  •   
  •  
  •  
  •