Le probabili formazioni di Roma-Napoli. Grande attesa per il ritorno del Pipita

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

higuain

C’è grande attesa per il ritorno del Pipita, all’ombra del Vesuvio (e non solo).
Scontata squalifica, archiviate polemiche ed ingiustizie, il giocatore è pronto a scendere in campo per tornare a giocare con la sua squadra. Una piccola curiosità: per uno strano caso del destino, il suo ritorno avverrà nello scenario dell’Olimpico, dove contro la Roma non ha mai segnato.  Che sia un caso o il fato, soltanto le prossime ore potranno rivelarlo.
Intanto, smaltita la delusione per il sogno dello scudetto, andato rovinosamente in fumo, il Napoli torna a concentrarsi su  tre gli obiettivi  concreti ( e possibili) per il  grande finale di stagione.
Si parte, ovviamente, da quello fondamentale: blindare il secondo posto, messo a rischio dall’avanzata aggressiva dei giallorossi.
Lunedì, un risultato positivo potrebbe, quasi certamente, mettere la parola fine alla contesa per un traguardo, nonostante tutto, importante ed onorevole.
In fondo, non  dobbiamo dimenticare che, a inizio di stagione, nessuno avrebbe mai scommesso sui risultati ottenuti, nonostante numerosi incidenti di percorso ed un po’ di atavica sfortuna, da Mr Sarri. La squadra ha giocato bene, con grinta e professionalità.
Il campionato disputato finora dal Napoli resta straordinario e memorabile, con numeri impressionanti e vari record nel mirino (come quello delle 8 vittorie consecutive e le 14 vittorie “in casa”).  Vista da  questa prospettiva, arrivare al secondo posto, allora, non sembra più così orribile….
Inoltre, questo possibile scenario permetterebbe, o contribuirebbe di certo, a garantire la permanenza di Higuain nella squadra partenopea. Il giocatore, nel frattempo, resta ancora in corsa per battere lo storico record di Nordahl, un obiettivo che dista cinque gol e dura, addirittura, dal 1949. Un’altra speranza, sebbene debole,  per il Pipita, è quella di ottenere la mitica “Scarpa d’Oro”, contesa a Cristiano Ronaldo.
Infine, il terzo obiettivo da raggiungere: la squadra di Sarri ha quasi in pugno la Champions, con il vantaggio mantenuto sulla Roma (+5) e soprattutto per l’allungo ai danni dell’Inter.
Consolidare il secondo posto, che vale la qualificazione diretta alla fase a gironi di settembre, è una missione che il Napoli deve portare a termine: vincere lo scontro contro i giallorossi è l’ultimo vero ostacolo.Il resto è  solo rimpianto…
Non mancheranno, dunque, forti motivazioni  e nuovi sogni per trascinare il Napoli in una delle trasferte più difficili del campionato.
Intanto, sono stati resi noti gli arbitri designati per la 35.ma giornata di campionato. A dirigere Roma-Napoli, in programma lunedì alle ore 15, sarà Daniele Orsato mentre Paolo Tagliavento è stato scelto per Fiorentina-Juventus (domenica alle 20:45). L’anticipo di Inter e Udinese è stato invece affidato a Domenico Celi, Verona-Milan (lunedì, ore 17) sarà arbitrata da Marco Di Bello.

Leggi anche:  Chi viene e chi va: il punto sul mercato del calcio femminile

Queste le probabili formazioni di Roma-Napoli:

Roma (4-3-1-2): Szczesny; Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne; , Pjanic, Keita, Nainggolan; Perotti; Salah, El Shaarawy.
A disp.: De Sanctis, Emerson, Maicon, Castan, Zukanovic, Torosidis, De Rossi, Vainqueur, Strootman, Iago Falque, Dzeko, Totti. All.: Spalletti
Squalificati: –
Indisponibili: –

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne
A disp.: Gabriel, Rafael, Strinic, Chiriches, Maggio, Regini, David Lopez, Chalobah, Valdifiori, El Kaddouri, Gabbiadini, Mertens. All.: Sarri
Squalificati: –
Indisponibili: –

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •