Lega Pro, altri due cambi di panchina nel girone B

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

capuano
Sale a 34 il numero di cambi di allenatore in questa stagione di Lega Pro. Un trend ricorrente, quello di cambiare la guida tecnica appena le cose non vanno per il verso giusto, mentre sembrano ormai fantascienza le esperienze di allenatori che rimanevano sulla panchina di una squadra per anni interi. Su 54 squadre in Lega Pro solo 20 hanno lasciato lavorare serenamente il proprio allenatore confermandogli giorno dopo giorno stima e fiducia.
Invece gli ultimi a farne le spese sono stati i tecnici di Lupa Roma Arezzo, squadre del girone B impegnate nella lotta per non retrocedere.

LUPA ROMA – La squadra romana staziona sin dall’inizio del campionato nelle zone basse della classifica, e sembra da tempo destinata a disputare i play-out. In virtù della forte penalizzazione del Savona ultimo in classifica, sanzionato con 14 punti per le irregolarità dello scorso campionato, la Lupa Roma a tre giornate dal termine mantiene 6 punti di vantaggio sui liguri, nonostante la sconfitta rimediata nell’ultimo turno per 3-1 proprio a Savona.
Una sconfitta che ha spinto la società ad esonerare Alessandro Cucciari, come spiegato dal presidente Cerrai:
Cucciari resterà sempre un amico perché il suo valore umano è’ fuori discussione. Ho preso questa decisione come conseguenza di una classifica che è diventata preoccupante. Non è una decisione contro Cucciari ma a favore della Lupa Roma nella speranza che in queste giornate ci sia un repentino cambiamento che ci permetta almeno di approdare ai play out. Se ci arriveremo dovremo pensare di arrivarci senza improvvisazioni ma in continuità di lavoro e per questo il cambio in questo momento assume una rilevanza fondamentale: portare entusiasmo utile ad evitare la retrocessione e preparare l’auspicato play out. Questa annata vada come vada sarà da dimenticare ma per questo ci sarà tempo. Adesso dobbiamo tutti insieme mettere energie fresche e tanta umiltà ed in questo senso il ruolo dei calciatori sarà fondamentale. Di Cucciari ricorderò sempre con profonda stima le sue alte qualità morali e con grande gioia i tanti successi ottenuti insieme”.
Al suo posto arriva in panchina il tandem formato da Angelo Quinzi David Di Michele, già calciatore della stessa Lupa Roma e alla sua prima esperienza da allenatore.

Leggi anche:  Alessandria-Padova: streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere finale ritorno playoff

AREZZO – Situazione diversa invece quella del club granata, che in campionato ha perso le ultime tre partite e non vince dallo scorso 27 febbraio, mantenendo comunque 5 punti di vantaggio sulla zona play-out . A farne le spese è stato il vulcanico Ezio Capuano, che ha salutato in maniera commossa la società e la tifoseria:
Sarò aretino a vita, rimarrò uno di voi per sempre tifoso dell’Arezzo. Speravo quanto meno di essere rispettato dal punto di vista umano da chi, oggi, ringrazio comunque pubblicamente per la possibilità che mi ha dato di avervi conosciuto. Vi lascio dicendo che vi amo con tutto il cuore e con una promessa che sarà anche il mio sogno ricorrente: un giorno ritornerò”.
Al suo posto la società ha affidato l’incarico per le ultime tre giornate a Giovanni Bucaro, presentato questa mattina alla stampa:
“Mi sento l’allenatore dell’Arezzo per il presente e la mia testa è già alla partita con la Spal. L’obiettivo è chiudere subito il discorso salvezza. La società mi ha chiesto di uscire da questa situazione che si è fatta un po’ caotica ultimamente e chiudere subito il discorso salvezza“.

  •   
  •  
  •  
  •