Lega Pro – Luigi Canotto entra nella storia, in gol dopo 7 secondi

Pubblicato il autore: lorenzo caruso Segui

original


E’ un Sabato pomeriggio come tanti, dove squadre della serie cadetta e di Lega Pro si danno battaglia sui campi provinciali di tutta Italia.
Il “fattaccio” di cui stiamo per parlare avviene in Matera-Melfi, derby lucano che entra di diritto nella storia del calcio italiano. Vi starete chiedendo il perché e bene, è presto detto, il filo con la storia ha un nome ed un cognome ben preciso: Luigi Canotto, esterno classe ’94 del Melfi. Il ragazzo impiega precisamente 7 secondi per scrivere il proprio nome nella storia, pochissimi istanti e la palla viene depositata in rete, Melfi in vantaggio.
Avete capito bene, sono passati esattamente 7 secondi, si tratta del gol più veloce mai segnato nella storia del calcio professionistico italiano; prima di ieri lo scettro era detenuto da Paolo Poggi che in un Piacenza-Fiorentina del 2001 era andato a segno dopo 9 secondi dal fischio d’inizio.
In ogni caso, la partita alla fine termina con la vittoria per 3 a 2 del Melfi ma non ce ne voglia la squadra lucana, questo match verrà ricordato, probabilmente al lungo proprio per il gol siglato da Canotto.
Come avrete notato, parliamo di record italiano ma non mondiale, sembra assurdo ma c’è chi è riuscito a depositare il pallone in rete dopo ancora meno secondi. Era il 7 Novembre del 2009 quando nel campionato saudita, tale Nawaf al Abed sigla il gol del vantaggio nella partita tra Al-Hilal e Al-Shoalah; in quel caso il calciatore arabo decise di calciare direttamente da centrocampo riuscendo nell’impresa.
Altro dato particolare se andiamo ad analizzare la velocità con cui un gol viene segnato è legato alla rete più veloce siglata in una partita tra nazionali. Probabilmente vi aspettereste di trovare nomi altisonanti o comunque giocatori appartenenti alle nazionali calcistiche più conosciute, beh, così non è. La partita in questione va in scena il 17 Novembre del 1993 tra San Marino ed Inghilterra, i padroni di casa si portano in vantaggio dopo soli 8 secondi dal fischio d’inizio grazie ad un gol di Davide Gualtieri. Il fatto che poi la partita sia finita 7 a 1 in favore dei britannici è solo un piccolo dettaglio. Gualtieri, ex giocatore che per tutta la sua carriera ha calcato i soli campi del campionato sammarinese è riuscito ad entrare nella storia.
In ogni caso, tornando un pò indietro con gli anni, i casi di gol arrivati dopo neanche 10 secondi dall’inizio della partita sono vari. Uno di questi ha un nome molto familiare al calcio italiano e soprattutto ai tifosi della Roma, vale a dire Seydou Keita il quale, prima di sbarcare nella capitale, ha giocato per un breve periodo nel Valencia. E’ proprio con questa maglia che Keita, il 27 Marzo del 2014 va in rete in Almeria-Valencia dopo soli 8 secondi.
Per quanto riguarda il record in Liga spagnola però, Keita si posiziona solo al secondo posto infatti il gol più veloce nella storia del calcio spagnolo è di Joseba Llorente che nel 2008 portò in vantaggio il Valldolid, nella partita contro l’Espanyol dopo 7 secondi.
Andando invece a dare un’occhiata al record in ambito internazionale europeo, il primato è ancora oggi nelle mani di Roy Makaay, che in un Batern Monaco-Real Madrid portò in vantaggio i bavaresi dopo soli 10 secondi.
Insomma, da Makaay a Canotto passando per Gualtieri, a volte per entrare nella storia serve meno di quanto crediamo.

  •   
  •  
  •  
  •