Leicester, Ranieri: “Complimenti alla Roma. Totti può essere ancora molto utile”

Pubblicato il autore: Veronica Sgaramella Segui

Ranieri
L’ex allenatore giallorosso Claudio Ranieri, attualmente impegnato a Leicester nel compiere una vera e propria impresa (mancano solo tre punti all’incredibile conquista del titolo), ha parlato quest’oggi a Radio 105 sia del sogno Premier League che della Roma e del contesto Serie A. Lui, capitolino di nascita e tifoso del club che ha allenato dal 2009 al 2011, con il quale ha anche avviato la propria carriera da calciatore grazie ai trascorsi nelle giovanili giallorosse, non ha mai fatto mistero di essere rimasto molto legato alla squadra che rappresenta la sua città.

Per tale ragione, nonostante i numerosi km che lo separano da Roma e il notevole impegno in Premier League, Ranieri trova sempre il modo di seguire l’operato del club nuovamente guidato dal collega Luciano Spalletti. Partendo dalla Serie A nella sua totalità, il tecnico del Leicester ha così commentato l’andamento del campionato italiano: “E’ stata una stagione molto combattuta e dunque interessate. Faccio i miei complimenti alla Juventus per il loro magnifico lavoro e per la notevole rimonta realizzata, nella quale pochi credevano, forse solo allenatore, giocatori e società. Mi congratulo ovviamente anche con Sarri per l’ottima gestione del Napoli e con la Roma per il gioco.”

Già in precedenza, nel corso della conferenza stampa presidiata dopo la conclusione della sfida contro lo Swansea, Claudio Ranieri era tornato a parlare del club capitolino ed in particolar modo del suo capitano: “Le voci che stanno circolando in merito ad un interesse della nostra squadra nei confronti di Francesco Totti sono infondate. E’ solo speculazione. Totti è la Roma e la Roma è Totti. E’ un giocatore che potrà essere ancora tanto utile.” Ranieri stesso dunque si augura come del resto la stragrande maggioranza dei tifosi giallorossi, di vedere lo storico numero dieci all’opera almeno per un’altra stagione.

Leggi anche:  Primavera 1 Final Six: l’Empoli piega la Juventus e vola in semifinale contro l’Inter

La situazione relativa al rinnovo di Francesco Totti, rimane tuttavia ancora molto complicata. Nelle ultime settimane il presidente dell’AS Roma James Pallotta, sembrava essere ormai intenzionato a non prolungare il contratto in questione, sebbene avesse anche dichiarato di parlare di tale importante questione “solo con Francesco in persona e con nessun altro”. Il dubbio riguardante l’ipotetica ultima stagione di Totti alla Roma, ha provocato reazioni contrastanti nel mondo del calcio, tanto da far insorgere presunte (o meno) offerte provenienti da parte di numerosissimi club europei e non. Il Leicester guidato da Claudio Ranieri appariva dunque come ultima meta romantica ideale per il calciatore, conosciuto e apprezzato proprio dall’attuale tecnico dei Foxes.

Sebbene poi le voci si siano dimostrate fasulle, l’allenatore romano ha evidenziato le differenze tra la Serie A e la Premier League che con molta probabilità, meglio si adatterebbero a Francesco Totti: “Qui c’è molta tranquillità e serenità. Si pensa solo a giocare e non riesci a capirlo o crederci fin quando non vieni qui come tecnico o calciatore. Già al mio arrivo nel 2000 Zola mi disse che qui in Inghilterra è tutto diverso, anche rispetto alla Spagna. Ed è proprio vero, qui è tutto diverso a cominciare dal modo di vivere e concepire il calcio, di fare il tifo per la propria squadra. Nonostante le retrocessioni qui gli stadi sono sempre pieni ed è bello vedere le famiglie e i tifosi che piangono senza smettere mai di sostenere i giocatori; non c’è lo stesso tipo di contestazione che conosciamo in Italia. Già dai tempi del Chelsea era chiaro che tifosi erano sempre con noi. Fin quando credono che dai tutto per la maglia allora i risultati vanno comunque bene, se invece vedono che non ti impegni allora le cose cambiano. Ma ripeto, qui è davvero tutto tranquillo e sereno!”

 

Leggi anche:  La UEFA abolisce la regola dei gol in trasferta

 

 

  •   
  •  
  •  
  •