Milan-Carpi, Brocchi: “Sono sicuro che Bacca non lo farà più”

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

brocchi
Pareggio deludente per il Milan di Cristian Brocchi, che alla fine della gara con il Carpi ha sentito piovere fischi da San Siro. Ecco le sue dichiarazioni sulla gara:

Su Bacca: “E’ un episodio da condannare e non succederà più, mi ha dispiaciuto il fatto che non abbia dato la mano all’avversario, lui ha numeri importanti però in quel momento dovevo fare una scelta, e volevo mettere un giocatore come Menez per dare ampiezza alla manovra, ho pensato che fosse la scelta più giusta. La mia stia per Bacca non cambia”.
Su Boateng: “Mi ha dato segnali importanti in questi primi giorni, non c’è stato molto tempi per lavorare, stava bene fisicamente e mi ha dato segnali importante in quel ruolo. Non giocava una gara titolare da molto tempo, ci sarà utile in questo finale di campionato”.
Sulla gara: “Non abbiamo avuto la cattiveria giusta per attaccare la loro linea difensiva, paradossalmente l’unico che ci è riuscito ad attaccare l’area è stato Josè Mauri, l’ho messo dentro per questo, lui l’ha fatto bene ma devono essere anche altri ad interpretare questa situazione”.
“Abbiamo fatto queste scelte perché affrontavamo una squadra abilissima a chiudere gli spazi. Abbiamo avuto l’80% di possesso palla, che non significa giocate di qualità. Ci è mancata la voglia e la cattiveria di fare gol, abbiamo attaccato male l’area di rigore”.
Sulla prima difficoltà della gestione Brocchi: “Non ho mai pensato che allenare il Milan era semplice, esiste solo il lavoro, la forza e la volontà di uscire fuori da situazione. Abbiamo qualche altro giorno su cui lavorare e lo faremo, sopratutto sulle cose che abbiamo visto che sono migliorabili. Episodio di Bacca? E’ qualcosa che non succederà più, mi è dispiaciuto il fatto che non ha dato la mano ad un suo compagno. Dobbiamo pensare al noi e non all’io, dobbiamo essere un gruppo unito e dobbiamo ad essere squadra. Io spero che una cosa del genere non si verifichi mai più”.
Un altro Milan rispetto alla gara di Genova: “La squadra ha dimostrato cattiveria agonistica in questi mesi, ma la squadra lo deve dimostrare in ogni allenamento e in ogni partita. A Genova abbiamo avuto più voglia e più cattiveria, mentre oggi abbiamo fatto peggio sotto questo aspetto anche perché il Carpi ci ha limitato parecchio.
Sull’attacco: “Facciamo fatica ad attaccare gli spazi, anche perché abbiamo giocatori che non hanno alcune caratteristiche. Nei giorni scorsi abbiamo lavorato proprio su questo e anche per questo abbiamo messo dentro sia Menez che Mauri, per trovare un pò più di ampiezza davanti. Boateng? Si è allenato bene, ha fatto cose buone e altre meno, dobbiamo per forza lavorare”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Italia-Austria: quella volta che...i precedenti