Milan cinese: questione di pochi mesi e sarà realtà

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

milan cineseSembra sicuro del fatto suo Salvatore Galatioto l’intermediario italo-americano che sta muovendo le carte per far diventare il Milan cinese, in virtù del fatto che diverse società sportive statunitensi sono passate tra le sue abili mani, mani di una persona che conosce bene il suo pensiero e a quanto pare non vende fumi ma solide realtà. A garanzia di Galatioto entra in scena anche la prestigiosa rivista Street & Smith Sports Business Journal che nel 2010 lo ha nominato come una delle 50 persone più influenti nel mondo dello sport in America, a dimostrazione del fatto di come, questa volta, si tratti tutt’altro di una bufala, e i colori rossoneri potrebbero quindi presto sventolare nelle piazze di Pechino, che a dir la verità il rosso già lo contengono, si dovrà quindi aggiungere solo il nero.
Sulla vicende Milan Cinese Galatioto si esprime in una intervista riportata da La Gazzetta dello Sport:

“Ho la fortuna di avere un gruppo di professionisti preparatissimi, e soprattutto persone splendide, che lavorano con me da tempo, credo sia la mia vera forza”. Parliamo innanzitutto parliamo di un club importantissimo, se non lo fosse noi non ci muoveremmo, conosciuto in tutto il mondo. Una città splendida e soprattutto un brand, quello di ‘AC Milan’, fantastico”.

Alla domanda sull’identità del possibile acquirente delle azioni del Milan il broker devia il discorso, spiegando come non gli sia possibile rivelare il nome, o i nomi, degli interessati:

“Per ovvi motivi non posso rivelare chi sia il potenziale acquirente, dico soltanto che è un gruppo cinese che ha grandi ambizioni e che è molto, molto interessato al club. Del progetto fanno parte persone di grande livello, abbiamo progetti e idee molto interessanti, prima però dobbiamo concludere l’operazione. Direi che se le cose vanno nel verso giusto si potrebbe chiudere in sei-otto settimane”.

Alea iacta est, i tifosi del Milan dovranno quindi abituarsi a una proprietà cinese, che potrebbe finalmente rilanciare i rossoneri nel Grande Calcio, e cioè nel posto in cui dovrebbero stare di diritto, per tutto quello che hanno regalato a tutto il mondo del calcio, che ha potuto, in tempi non lontani, deliziare i propri occhi con le gesta di Gullit, Van Basten, Weah, Savicevic, Shevchenko, Kakà e ultimo fra tutti Ibrahimovic, che ha regalato al Milan di Berlusconi l’ultimo scudetto a suon di gol.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: