Milan ufficiale: esonerato Mihajlovic, panchina rossonera a Brocchi

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


Il Milan decide di cambiare allenatore, esonerato Sinisa Mihajlovic, la panchina rossonera andrà a Crisitian Brocchi.

Questo il comunicato ufficiale del club:
“AC Milan comunica l’esonero del Signor Sinisa Mihajlovic dall’incarico di allenatore. Al Signor Mihajlovic vanno i più sentiti ringraziamenti per l’attività fin qui svolta con impegno e correttezza. La conduzione tecnica della Squadra è affidata, fino al termine dell’attuale stagione, al Signor Cristian Brocchi al quale AC Milan rivolge i più cordiali auguri di buon lavoro”.

Quindi il presidente del Milan ha deciso, era già nell’aria da tempo questo avvicendamento, infatti la posizione di Mihajolivc era in bilico da tempo, anche se ormai la decisione di esonerare il tecnico serbo a sei giornate dalla fine, sostituendolo con Brocchi allenatore della Primavera del Milan dal 2014, lascia molte perplessità.
Cristian Brocchi milanese 40 anni, proverà a concludere al meglio questa stagione incolore, cercando di mantenere il sesto posto in classifica e provando, a vincere la Coppa Italia in finale contro la Juventus.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: van de Beek arriva ad una sola condizione, Inzaghi incontra un suo pupillo...

A cosa serve questo cambio realmente? Mah a poco… perché i problemi del Milan sono da ricercare andando indietro nel tempo, sì perché Mihajlovic sia chiaro non ha fatto benissimo, come ha ammesso onestamente pure lui, ma esonerarlo dopo l’ottima partita contro la Juventus di sabato sera, non ha molta logica; da fare una riflessione la Juventus nelle ultime 23 gare, ne ha vinte ventidue e pareggiata una, ecco poteva essere questa la gara dove si decideva le sorti di un allenatore, senza considerare che la Juventus non si era mai trovata così in difficoltà negli ultimi mesi, come sabato sera a San Siro.

Ora magari Brocchi, sarà pure bravissimo e preparatissimo, ma cosa può oggettivamente fare, si ritrova ad allenare una squadra il Milan con evidenti problemi, non ha esperienza di nessun tipo a questi livelli, forse è stato preso per programmare la prossima stagione?
La sensazione è che ci sia molta confusione nel Milan e che il presidente Berlusconi e Galliani, rischino di ripetere un altro errore come quello commesso con Filippo Inzaghi, arrivato a concludere la stagione confermato per la successiva e poi silurato.

Leggi anche:  Dove vedere Brasile-Colombia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

La realtà è molto più semplice il Milan non ha una rosa all’altezza del suo nome, questo ormai dalla stagione 2010/2011 anno dell’ultimo scudetto, questo il vero problema!

  •   
  •  
  •  
  •