Ranieri porta il Leicester in Champions: “Impossibile spiegare cosa provo”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

leicester, vardy e ranieri
La settimana di Claudio Ranieri non poteva concludersi in modo migliore: prima il premio come miglior allenatore della Premier League nel mese di marzo, poi il riconoscimento dalla FIGC come miglior allenatore italiano dell’anno, ed infine la vittoria del Leicester a Sunderlan per 2-0 firmata Jamie Vardy che vale ancora il +7 sul Tottenham 2° a cinque giornate dal termine.
E se la notizia della sconfitta dello Uniter a White Hart Lane è una gioia a metà, i 19 punti di vantaggio sui Red Devils garantiscono sulla carta almeno il 4° posto matematico a fine stagione, quello che garantisce un posto nei preliminari di Champions League.
In momenti come questi è difficile spiegare quello che si prova, facciamo questo lavoro per ricercare emozioni dentro di noi. Ma quello che sto vivendo in questi giorni è qualcosa di unico – ha spiegato Ranieri commosso, dopo essersi fatto scappare qualche lacrima di emozione al triplice fischio finale – Sapevamo che oggi sarebbe stata dura perchè il Sunderland sta lottando per la salvezza, quindi i nostri tre punti sono ancora più importanti. La nostra è stata una partita concreta: dopo il vantaggio abbiamo rischiato di subire il pareggio, ma nel finale abbiamo avuto almeno tre nitide palle-gol per poter chiudere la partita.Abbiamo creato davvero tanto oggi, poi quando vinco e non subisco gol sono ancora più felice.
Sono contento anche per Vardy. Un attaccante come lui ha bisogno di segnare, anche se nell’ultimo periodo si era trasformato nel nostro migliore uomo-assist. Però dobbiamo continuare a rimanere concentrati, mentre i nostri tifosi possono ancora continuare a sognare. Ora in casa ci aspettano due partite impegnative: con il West Ham sarà dura, con lo Swansea di Guidolin ancora di più”.

SPECIAL RANIERI – Anche Jose Mourinho, che in passato ha avuto alcuni diverbi con Ranieri, ha elogiato il lavoro straordinario del Leicester e del suo allenatore augurandogli la vittoria del campionato:
“A discapito delle parole, Ranieri sa bene che lo stimo come allenatore, è davvero una brava persona. Merita di vincere la Premier League, sarebbe un grande riconoscimento per la sua carriera. Anche se dovranno guardarsi alle spalle dal Tottenham che lotterà sino alla fine”.

  •   
  •  
  •  
  •