Roma Napoli: Totti amuleto simbolo di Roma

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

francesco_totti
25 aprile 2016: Roma Napoli che vale una stagione, un secondo posto per avere i soldi ed evitare i preliminari estivi di Champions League.
Una partita di cartello del genere collocata di lunedì festivo alle 15.
Ergo, 35.000 spettatori, pochi intimi per una squadra come la Roma e la città di Roma che riempie lo stadio anche con la partita del cuore.
Roma e Napoli che comunque onorano la partita a detta degli addetti ai lavori con un “meraviglioso” zero a zero figlio di tattica e tecnica a centrocampo.
Come al solito il radiocronista di turno cita Gianni Brera:”la partita perfetta è lo zero a zero”.
Fatto sta che siamo al minuto 35 del secondo tempo, 80esimo e Capitan Totti sta ancora in panchina, come ultimamente capita spesso.
Il soporifero pomeriggio romano per i silenziosi tifosi in curva sud assume finalmente un significato al suo ingresso, con un sia pur timido incitamento.
Come successo anche nella partita di mercoledì scorso col Torino, la partita cambia e la Roma, la sua Roma vince.
1-0 di Nainggolan e tutti a cantare al 90esimo minuto.
Appena finita, sui titoli online, “Spalletti a due punti dal Napoli”, “Spalletti supera Sarri”. Come a dissimulare una verità neanche troppo nascosta.
Lui, il Francesco nazionale, quando entra, anche quando non segna, cambia qualcosa, come se fosse il vero amuleto di questa squadra.
Totti sa che i ritagli di calcio concessigli da Spalletti potrebbero essere per lui e per il popolo che lo adora, gli ultimi attimi di vita calcistica. Non ha più tempo da perdere, deve capitalizzare anche il respiro. Perciò, come contro il Torino ha segnato due volte in meno di quattro minuti, questa volta prima ha messo Salah davanti alla porta (tanto mirabilmente sorpreso da non sfruttare l’occasione) e poi ha intessuto la trama per il gol di Nainggolan.
Per i tifosi è sempre e soltanto lui.
lolimpico-con-totti_1071297Photogallery
Per la stampa è sempre e soltanto lui la notizia. Totti e Garcia, Totti e Spalletti, Totti e Ilary, il Pupone e il ciuccio a ogni gol, il rinnovo di Totti, le magie di Totti, i 303 gol di Totti, il record di 600 presenze a un passo di Totti.
In tutto questa “tottitudine” ecco che anche la Rai regala a tutti i tifosi, giallorossi e non, un servizio di 20 minuti dedicato alle gesta del nostro eroe.
Un bel video che sa però tanto di commiato, per un uomo che spera e si batte per la dignità di un contratto che meriterebbe.
Ma questa è un’altra storia, la prossima.

Ultimo re di Roma

  •   
  •  
  •  
  •